rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Danni alle auto dell'Ulss alla "Madonnina", imprenditore patteggia

L'uomo, un trevigiano di 71 anni, autore del gesto avvenuto il 23 novembre del 2019, avrebbe danneggiato, imbrattato e forato pneumatici di alcuni dei mezzi posteggiati al presidio della azienda sanitaria trevigiana

Avrebbe voluto vendicarsi per alcune salatissime multe che era stato costretto a pagare alcuni anni fa dopo un'ispezione dell'Ulss. E il 23 novembre del 2019 avrebbe consumato la sua vendetta, danneggiando, imbrattando e forando gli pneumatici di alcuni dei mezzi posteggiati al presidio della "Madonnina" di via Castellana. Il responsabile di questi fatti, G.B., un imprenditore 71enne (difeso dall'avvocato Alessandra Nava) ha patteggiato oggi, martedì 11 gennaio, una pena di 4 mesi di reclusione per i reati di danneggiamento aggravato e per aver portato fuori dalla sua abitazione, senza averne motivo, un cacciavite con la punta a stella.

Il raid dell'anziano era avvenuto intorno alle ore 23, quando le volanti della polizia sono transitate in zona, notando presso il Distretto Sanitario un individuo sospetto all’interno del cortile. I poliziotti hanno visto l’uomo, vestito di nero e con il viso travisato, mentre stava danneggiando gravemente alcuni veicoli dell’azienda sanitaria, utilizzando un punteruolo, un cacciavite ed una bomboletta di colore nero.

Accortosi dei poliziotti, il 70enne aveva cercato di allontanarsi, ma era stato subito bloccato ed accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti. Le macchine, oltre ad aver riportato gravi danni alla carrozzeria, presentavano tutti gli pneumatici lesionati e delle scritte ingiuriose sulla carrozzeria, effettuate mediante vernice spray. I danni sarebbero ammontati a diverse decine di migliaia di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni alle auto dell'Ulss alla "Madonnina", imprenditore patteggia

TrevisoToday è in caricamento