Cronaca Villorba

Vendeva su internet auto, moto e case vacanza inesistenti: 50enne finisce in carcere

Raffica di arresti da parte della squadra mobile di Treviso che ha assicurato alla Giustizia quattro persone con condanne e provvedimenti pendenti. Il caso più eclatante quello di un truffatore residente a Villorba

La squadra mobile di Treviso ha rintracciato a Villorba un truffatore seriale di circa 50 anni che, con diversi e mirati raggiri, aveva messo in vendita su internet moto, auto, orologi e offerte di appartamenti per vacanze, rilevatisi delle truffe in piena regola.

Quando gli acquirenti più sospettosi chiedevano rassicurazioni sui loro acquisti, il 50enne inviava a garanzia documenti di identità, tessere sanitarie tutte contraffatte però. Denunciato anche per possesso e fabbricazione di documenti falsi, ora l'uomo dovrà scontare due anni e mezzo di carcere. A Paese invece, sempre gli agenti della Questura di Treviso, hanno rintracciato un 30enne condannato per furto in abitazione commesso 4 anni fa in altra provincia, in cui aveva il ruolo di “palo”: dovrà scontare 4 anni e 4 mesi. Sempre in materia di furti, è stata poi data esecuzione ad un ordine di espiazione di pena detentiva nei confronti di un pluripregiudicato per reati contro il patrimonio domiciliato a Treviso: dovrà scontare 5 anni e mezzo di reclusione. Infine è stato rintracciato in zona Montello un 50enne che doveva scontare circa quattro anni di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti commessi in Lombardia alcuni anni fa. Il costante monitoraggio del territorio e l’attenzione nel reperire e incrociare informazioni su persone e beni da parte degli investigatori risultano fondamentali per rintracciare soggetti che debbono essere assicurati alla Giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva su internet auto, moto e case vacanza inesistenti: 50enne finisce in carcere
TrevisoToday è in caricamento