rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Vittorio Veneto

Covid, vaccini a domicilio per gli anziani: «E' una truffa»

Tentato raggiro nella zona degli impianti sportivi di Vittorio Veneto, martedì 26 gennaio. La truffatrice, sui 35-40 anni, si è presentata come infermiera dell'Ulss 2

Ha aspettato che una pensionata di 91 anni rimanesse sola in casa per derubarla fingendosi un'infermiera dell'Ulss 2. Un tentativo di truffa sventato, per fortuna, dall'anziana stessa che non si è fidata e ha lasciato la truffatrice fuori dal cancello di casa.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il tentativo di truffa è avvenuto martedì 26 gennaio nella zona degli impianti sportivi di Vittorio Veneto. Protagonista della vicenda la 91enne C.M.C. Rimasta sola in casa, dopo che la figlia era appena uscita per andare al lavoro, al suo campanello si è presentata una donna tra i 35 e 40 anni, dicendo di essere un'infermiera dell'Ulss 2. La donna voleva entrare in casa per proporre alla 91enne la vaccinazione anti-Covid a domicilio ma, in realtà, era una scusa inventata per derubarla dentro casa. Ad insospettire la pensionata il fatto che, dietro alla sedicente infermiera, ci fosse un'auto con a bordo un uomo che la stava visibilmente aspettando. La 91enne non ha aperto la porta dicendo che avrebbe chiamato direttamente il suo medico di base. A quel punto alla finta infermiera non è rimasto altro da fare che salire in macchina e andarsene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, vaccini a domicilio per gli anziani: «E' una truffa»

TrevisoToday è in caricamento