rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Vandali lungo la Tradotta: strappate le querce volute da Natalino Comin

Una quindicina di piante posizionate dai volontari nelle scorse settimane sono state strappate da ignoti. Il Consorzio del Bosco Montello non si ferma e risponde piantando oltre 20 nuovi alberi

Vandali in azione lungo La Tradotta a Montebelluna: nei giorni scorsi una quindicina di querce, tra cui quelle volute da Natalino Comin, sono state strappate da ignoti. Un danno importante a livello ambientale ma anche un oltraggio inqualificabile verso il lavoro e la passione dei volontari che avevano piantato gli alberi lungo il percorso.

La denuncia era arrivata via social da Riccardo Cendron, il volontario che aveva piantato le querce volute dall'amico Natalino Comin, mancato all'affetto dei suoi cari a 55 anni. Pochi giorni dopo la sua scomparsa i vandali sono entrati in azione. Su quattordici alberi piantati solo due non sono stati sradicati ma uno di questi due è gravemente danneggiato. Il Consorzio del Bosco Montello ha risposto all'atto vandalico nel migliore dei modi, piantumando lungo La Tradotta a Giavera del Montello 20 nuovi alberi tra lunedì 2 e martedì 3 maggio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali lungo la Tradotta: strappate le querce volute da Natalino Comin

TrevisoToday è in caricamento