rotate-mobile
Economia Conegliano

Confartigianato entra a far parte dell'associazione Colline del Prosecco

Tra le priorità un attivo apporto ai progetti dedicati alla sostenibilità, alla tutela dell’ambiente, alla mobilità inclusiva e alla promozione del turismo nel territorio patrimonio Unesco

Confartigianato Imprese Marca Trevigiana entra tra i soci dell'associazione "Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene". La formalizzazione dell’adesione risale a qualche giorno fa, molteplici le ragioni che hanno portato Confartigianato a voler essere parte integrante della prestigiosa realtà, votata alla promozione e tutela dell’area. Tra le priorità, un attivo apporto ai progetti dedicati alla sostenibilità, alla tutela dell’ambiente e alla mobilità inclusiva, in un’ottica di promozione del “Made in colline”. 

I commenti

«Nel sito insistono delle realtà artigiane all’interno delle quali attivare delle attività esperienziali che attestino la vivacità e l’eterogeneità dell’offerta della zona - afferma Oscar Bernardi, presidente Confartigianato Imprese Marca Trevigiana -. Si tratta di strutturare delle azioni, in sinergia anche con gli altri attori, che restituiscano al visitatore le molteplici opportunità che il contesto offre, data la varietà delle imprese che in esso operano. Creare dei pacchetti che accanto alla visita alla cantina suscitino l’interesse per scoprire l’artigianato, non solo di tradizione, ma anche di innovazione e di eccellenza è una priorità. 
In provincia di Treviso sono 2.792 le imprese artigiane che contano 11.218 addetti che possono essere coinvolte nella filiera del turismo. Si tratta di realtà che sono parte costituente del patrimonio culturale e della capacità di offrire accoglienza ed esperienze di visita uniche nella destinazione. Lo sviluppo di iniziative che aumentino la conoscenza di questo mondo, che stimolino l'innovazione e la costante rigenerazione di questo patrimonio, è fondamentale. Si possono creare mix estremamente interessanti tra differenti ambiti, delle contaminazioni che valorizzano creatività, competenza, qualità e gusto estetico».

«Per contenere il traffico nell’area, ridurre le emissioni di Co2 e facilitare le visite dei soggetti fragili, di quanti non possono autonomamente spostarsi camminando o pedalando sui percorsi appositamente realizzati - continua Severino Dal Bo, presidente Confartigianato Imprese Conegliano -. Confartigianato sta considerando la possibilità di creare una rete di professionisti della mobilità, che assicurino gli spostamenti con mezzi ecologici e dalle dimensioni adeguate limitando così la presenza di veicoli, mezzi ingombranti, pullman. Un’opportunità per accompagnare i turisti a visitare le cantine ma non solo. Confartigianato, nel suo ruolo di socio, aiuterà nello sviluppo territoriale di progetti come quello di Ecolog, che mira a ridurre la presenza di camion dalle vie impervie del sito, non solo durante il periodo della vendemmia. Mezzi che hanno delle evidenti difficoltà vista le specificità morfologiche del territorio. Da non dimenticare - conclude Dal Bo - che Confartigianato con le imprese del sistema casa può contribuire in maniera significativa a valorizzare la bellezza architettonica del paesaggio con delle azioni in materia di recupero. Vuole infatti seguire con molta attenzione la progettazione del Comitato scientifico dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, per quanto riguarda il prontuario della riqualificazione degli edifici storici esistenti».

«L’Associazione mandamentale che presiedo - aggiunge Fausto Bosa, presidente Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna- si è spesa significativamente all’interno del sistema Confartigianato per l’adesione all’Associazione Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. Il territorio che rientra nella specifica area di competenza funge infatti da ponte di collegamento tra la riserva MAB e le colline coneglianesi. Due ambiti che ritengo debbano essere facilitati, anche per il nostro tramite, nel dialogo per la valorizzazione delle rispettive specifiche che rappresentano una singolarità per prossimità. Due ambiti  accomunati dall’idea che sviluppo socioeconomico e conservazione degli ecosistemi e della diversità biologica e culturale siano le chiavi di volta per agire uno sviluppo sostenibile».

«La presenza di Confartigianato nella nostra compagine associativa - conclude Marina Montedoro, presidente per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene - darà un valore aggiunto importante alle iniziative che porteremo avanti. Gli artigiani possiedono competenze e conoscenze in grado di dare vita a un “made in” che saprà esprimere al meglio il territorio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, andando ad accrescere la sua attrattività turistica. Inoltre insieme andremo a implementare servizi su fronti diversi, nel campo della produttività artistica, agroalimentare, fino ad arrivare ai servizi sulla mobilità, con particolare focus su quella sostenibile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato entra a far parte dell'associazione Colline del Prosecco

TrevisoToday è in caricamento