Filamenti biancastri e moria di pesci nel Piavon: per l'Arpav è inquinamento civile

I dati raccolti indicano una condizione di anossia del corso d'acqua a monte dello scarico del depuratore di via Spinè a Oderzo

Lo stato attuale del canale Piavon-Navisego

A seguito di diverse segnalazioni in merito ad una moria di pesci sul canale Piavon-Navisego, a Oderzo, tecnici di Arpav nelle ultime ore hanno effettuato verifiche analitiche su un campione prelevato nel fine settimana al termine del tratto tombinato dove il corso d'acqua torna a cielo aperto, a monte dello scarico del depuratore di via Spinè. Le verifiche analitiche, in corso di ultimazione, hanno però fin da subito evidenziato la condizione di anossia del corso d'acqua, un parametro tipico di inquinamento di natura organica purtroppo compatibile con scarichi di reflui civili e ad essi assimilabili che spiegano il fenomeno rilevato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

  • Incidente mortale in Treviso Mare: motociclista muore a 61 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento