Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica Villorba

"Pensiamo ad un Festival del Belcanto": ecco la proposta di Villorba in azione

L’idea è di Alessio Tonetto, consulente e manager in ambito turistico, nonché candidato consigliere comunale alle prossime elezioni amministrative

Un Festival Internazionale del Belcanto all’Auditorium Mario Del Monaco di Villorba. È una delle proposte della lista civica Villorba in azione per migliorare l’economia del turismo e della cultura della città. L’idea è di Alessio Tonetto, consulente e manager in ambito turistico, nonché candidato consigliere comunale alle prossime elezioni amministrative proprio per la lista della candidata sindaco Silvia Barbisan: «Mario Del Monaco ha vissuto proprio qui a Lancenigo per molti anni ed è conosciuto in tutto il mondo: a Broadway è ancora il nome italiano di maggior prestigio, insieme a quello di Caruso. Qui nel 2004 abbiamo inaugurato uno splendido Auditorium a lui intitolato, che a mio avviso non è ancora utilizzato secondo le proprie potenzialità. Attivando invece una sinergia con gli altri territori, magari anche un gemellaggio con il London Bel Canto Festival, possiamo promuovere Villorba come terra del canto lirico popolare: penso a una kermesse idel Belcanto aperta ai giovani talenti da ogni parte del mondo, un progetto che avrebbe evidenti ricadute positive sulla nostra economia turistica locale».

Quella del Festival è solo l’apice di una proposta turistica molto articolata, progettata e strutturata da Villorba in azione. Aggiunge Silvia Barbisan: «Villorba è al quarto posto in Provincia per ricezione turistica, e questo lo dato lo si deve alla nostra posizione: abbiamo egregi collegamenti al casello di Treviso Nord, presto a quello della Pedemontana, all’Aeroporto Canova, alla ferrovia in direzione Venezia. I nostri operatori offrono un rapporto tra qualità del sevizio e prezzo sicuramente migliore rispetto ai Comuni sulla linea Treviso-Venezia. Ospitiamo poi strutture sportive all’avanguardia, che portano a pernottare a Villorba atleti, accompagnatori e spettatori. Ma qualcosa in più può e deve essere fatto. Ad esempio, può essere migliorata l’offerta per i cicloturisti, con aree di sosta e di ristoro, indicazioni verso le principali ciclovie, assistenza meccanica. Oppure destinare un ulteriore 25% degli introiti dalla tassa di soggiorno a progetti di co-marketing territoriale, magari proprio per promuovere il Festival, o per allestire Infopoint turistici, o per la messa in sicurezza delle nostre ciclabili. Una tale strategia interesserebbe anche gli investitori privati, in primis proprio i nostri hotel che intendono promuoversi e promuovere il territorio villobese. Insomma, in campo turistico a Villorba non possiamo vivere su allori che possono rivelarsi effimeri: occorrono visione, coraggio, spirito d’impresa e Villorba in azione ha idee molto concrete al riguardo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pensiamo ad un Festival del Belcanto": ecco la proposta di Villorba in azione

TrevisoToday è in caricamento