rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Politica Oderzo

Minacce di morte sui social alla consigliera comunale: denunciati

Giulia Princivalli nel mirino degli haters su Facebook, solidarietà e vicinanza dalla sezione trevigiana di Rifondazione Comunista: «Non un gesto politico ma un vero e proprio attacco personale»

"Devi crepare come lo sceriffo di Nottingham perché Robin Hood è stato ucciso e ora tocca a te. T*oia puzzolente". Sono queste le parole rivolte alla consigliera comunale di opposizione, Giulia Princivalli, negli ultimi giorni del 2022. Minacce e parole d'odio pubblicate da un profilo "fake" subito denunciato alle forze dell'ordine. Un gesto che, in questi giorni, sta facendo molto discutere a Oderzo, dove Giulia Princivalli è stata eletta consigliera comunale. «Non mi farò intimidire da nessuno - aveva scritto lei nei giorni scorsi -. Ho sporto denuncia e ringrazio chi mi ha subito dimostrato vicinanza e solidarietà. Non possiamo accettare chi semina odio e chi cerca di intimidire il dissenso e la libertà di pensiero ed espressione». 

Le reazioni

La sezione trevigiana di Rifondazione Comunista ha voluto in queste ore esprimere pubblicamente la propria vicinanza alla politica opitergina con una nota ufficiale in cui si legge: «Il fenomeno degli haters sui social è una vera e propria malattia sociale e le minacce ricevute dalla consigliera non fanno parte del discorso politico, per quanto acceso possa essere: sono un attacco personale. Benissimo fa lei a rispondere con tutti i mezzi a disposizione. Saremo a fianco della consigliera Princivalli in qualsiasi momento e per qualsiasi iniziativa lei intenda porre non solo a protezione propria, ma per mettere in chiaro che le minacce e gli insulti non sono accettabili in una società sana».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte sui social alla consigliera comunale: denunciati

TrevisoToday è in caricamento