rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

«Crisanti esprime parere da esperto, avere dubbi su test rapidi è diffamare?»

La nota congiunta dei consiglieri regionali di Partito Democratico, Veneto che Vogliamo, Europa Verde, Movimento Cinque Stelle

«Denunciare i rischi di una strategia fondata sull’uso massiccio di test rapidi non è gettare discredito sulla sanità veneta, ma esprimere un parere da esperto. Del resto è innegabile che il ruolo del professor Crisanti nella prima ondata della pandemia è stato fondamentale per ridurre contagi e mortalità. Per questo siamo sorpresi di apprendere dalla stampa la decisione di Azienda Zero di querelarlo per diffamazionev. Ad affermarlo sono le forze di minoranza del Consiglio regionale Partito Democratico, Veneto che Vogliamo, Europa Verde, Movimento Cinque Stelle e il portavoce Arturo Lorenzoni, in relazione alle notizie di stampa sulla querela al professor Crisanti da parte di Azienda Zero. «Non conosciamo i dettagli dell’esposto, sappiamo però che non è lesa maestà discutere sulla bontà o meno dei tamponi antigenici. Crisanti non è l’unico ad avere dubbi sulla loro efficacia, specialmente in determinati ambiti. Durante questa pandemia, purtroppo, abbiamo ascoltato in ogni contesto il parere di decine di virologi improvvisati; ci sembrerebbe perciò ancora più singolare voler mettere il bavaglio a uno scienziato perché dice cose non gradite ai vertici della sanità veneta».


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Crisanti esprime parere da esperto, avere dubbi su test rapidi è diffamare?»

TrevisoToday è in caricamento