rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica Centro

Università a Treviso, Azione Universitaria: "Cassamarca dia rassicurazioni sui servizi"

La recente notizia di una grave situazione debitoria della Fondazione preoccupa gli studenti delle sedi universitarie trevigiane

TREVISO La notizia della possibile esposizione debitoria per circa 200 milioni di euro nei confronti di Unicredit, dovuta alla svalutazione dei titoli azionari della banca, preoccupa coloro che dipendono logisticamente e sul piano dei servizi da Fondazione Cassamarca, ovvero gli studenti unversitari di Padova e Ca’ Foscari delle sedi trevigiane.

Sul tema da anni si batte Azione Universitaria, storica associazione di area centrodestra, ed il suo responsabile per l’Università di Padova, Carlo Alberto Correale commenta in questo modo quanto sta accadendo: «Ho ricevuto numerosi segnali di preoccupazione dagli studenti circa la permanenza delle sedi alla luce della notizia del buco che avrebbe Fondazione Cassamarca, e le parole sul fatto che fino a dicembre certamente non vi saranno interruzioni del servizio non valgono a rassicurare studenti e famiglie. Dicembre è dopodomani, l’università non può essere messa in discussione ogni volta che si stila il bilancio. I ragazzi hanno intrapreso un percorso di tre o cinque anni e vogliono essere certi di poter rimanere a Treviso».

Gli studenti fanno riferimento in particolare alla volontà della Fondazione di vendere alcuni immobili, tra cui vi potrebbe essere anche la sede di Giurisprudenza, e anche su questo Correale non ha dubbi: «Per noi è importante che l’Università resti dov’è, ma in ogni caso è necessario essere chiari e quindi dire alle famiglie degli studenti se si ha intenzione di vendere Palazzo San Leonardo o meno, perché del resto da questo dipende anche il numero di studenti che sceglieranno di studiare a Treviso. A giurisprudenza quest’anno, grazie al nuovo percorso di Giurista Internazionale d’Impresa, vi è stato un aumento delle iscrizioni e non vorremmo che quindi ora gli studenti del primo anno debbano pensare di aver preso un granchio scegliendo la nostra città».

Il 22 e 23 Maggio si svolgeranno inoltre le elezioni universitarie e si rinnoveranno le rappresentanze studentesche dell’Ateneo patavino. Dal voto degli studenti trevigiani, quindi, potrebbe arrivare un chiaro segnale a Fondazione Cassamarca sull’attaccamento degli studenti al San Leonardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università a Treviso, Azione Universitaria: "Cassamarca dia rassicurazioni sui servizi"

TrevisoToday è in caricamento