menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sopralluogo del presidente della Provincia, Stefano Marcon

Il sopralluogo del presidente della Provincia, Stefano Marcon

Liceo Flaminio: «Oltre tre milioni di euro per i lavori di miglioramento sismico»

Martedì 16 febbraio il sopralluogo del presidente della Provincia, Stefano Marcon, all'istituto di Via Dante a Vittorio Veneto. Fine lavori prevista per settembre 2021

Continuano i sopralluoghi di Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso negli istituti superiori della Marca per verificare i lavori in corso e dialogare con dirigenti scolastici e sindaci in merito agli interventi già previsti.

Martedì 16 febbraio tappa al liceo "Flaminio" in via Dante a Vittorio Veneto, dove sono in corso lavori di consolidamento strutturale, miglioramento sismico e ristrutturazione globale al corpo A per un totale di 2.285.603 euro, mentre è in approvazione al Genio civile di Treviso e alla Soprintendenza di Venezia il progetto esecutivo per la ristrutturazione del corpo B per altri 750mila euro che partiranno non appena si avrà il via libera. Sempre la Provincia, per il liceo vittoriese, ha affidato la progettazione definitiva per la ristrutturazione del corpo C (244.233,00 euro) ed è stato candidato al Miur un intervento di miglioramento sismico del Corpo C per un totale di 2 milioni e 995mila euro. Il "Flaminio" conta in totale 758 tra studenti e studentesse, divisi in 36 classi, parte delle quali ospitate all'istituto San Giuseppe del Caburlotto proprio in attesa della conclusione dei lavori, che dovrebbero terminare per settembre 2021, in anticipo sul previsto. Durante il sopralluogo, Stefano Marcon è stato accompagnato dal sindaco di Vittorio Veneto, Antonio Miatto, dalla dirigente scolastica del Flaminio, Emanuela Da Re, dal consigliere provinciale all’Edilizia scolastica, Alessandro Righi, l’assessore vittoriese alle Politiche scolastiche, Antonella Caldart, e un rappresentante del comitato genitori.

vittorio4-2

«I lavori stanno procedendo molto bene e confidiamo di poter far rientrare gli studenti già per l’inizio del prossimo anno scolastico - spiega Marcon - questi lavori riusciamo a realizzarli grazie a dei fondi intercettati nel 2017 dalla Provincia, quando la situazione finanziaria non era certo facile, quindi siamo orgogliosi di essere qui in questa scuola dal grande valore storico e architettonico, un edificio del 1920. Ma non ci fermiamo qui: con fondi nostri, andremo a sistemare anche il nucleo B e abbiamo iscritti al Miur anche la volontà di ristrutturare il nucleo C, cosa che faremo appena arriveranno i fondi. Siamo fiduciosi e guardiamo avanti». «Vittorio Veneto vede tante scuole superiori nel proprio territorio e questo Flaminio è stato un punto di riferimento non solo per la città, ma per tutto il circondario - ha detto il sindaco Antonio Miatto - vederlo rinverdire, dunque, è una grande soddisfazione per tutti. Siamo felici di avere al nostro fianco una Provincia nuovamente operativa, che con efficacia e operatività sta lavorando moltissimo per le scuole». «Rientrare qui significherà un ritorno a casa, dato che questo Istituto è fortemente radicato nel territorio - ha concluso la dirigente Da Re - rientrare qui, anche se la situazione attuale è più che dignitosa, verrà vissuto con gioia da studenti e docenti. In completa sicurezza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento