rotate-mobile
publisher partner

A Treviso la cena stellata targata CLAI, tra sostenibilità e made in Italy

L'evento, organizzato dalla Food Company imolese per consolidare la propria presenza sul territorio veneto, si è tenuto all'interno della cornice del Relais Monaco. Gli ospiti hanno così potuto assaggiare i piatti proposti dallo Chef Max Mascia

Si è tenuta giovedì 30 giugno, all'interno della cornice del Relais Monaco di Ponzano, la cena stellata organizzata dal Gruppo CLAI per incontrare i propri clienti e condividere un momento di convivialità: si è trattato infatti di un evento che, prima di tutto, ha voluto consolidare la presenza della Food Company imolese sul territorio veneto.

CLAI è oggi uno dei protagonisti del settore dei salumi e delle carni fresche bovine e suine ma la sua storia è lunga ben sessant'anni: fin dalla nascita nel 1962, il marchio si è sempre contraddistinto per la singolare composizione della base sociale, costituita da soci allevatori e dai soci lavoratori inseriti in vari ruoli nell’impresa. Un esempio di gestione partecipata, che permette di valorizzare al meglio i prodotti grazie a una lavorazione artigianale di alto profilo. 

Tra le tappe più rilevanti della sua storia, vi sono anche le acquisizioni dei marchi Zuarina e Faggiola: storico prosciuttificio di Langhirano, il primo, che produce un prosciutto crudo di Parma famoso nelle location più prestigiose di tutto il mondo, e importante nicchia di eccellenza il secondo che, come cooperativa di Palazzuolo sul Senio, realizza prodotti lattiero-caseari tipici toscani, freschi e genuini. 

La cena stellata

«Il Veneto si sta rivelando un territorio particolarmente ricco di apprezzamenti e opportunità e, proprio per questo motivo, CLAI ha organizzato a Treviso una cena di gala per poter incontrare una parte dei propri clienti» ha spiegato Pietro D'Angeli, direttore generale della Food Company. 

Dopo la degustazione guidata dai Brand Ambassador, gli ospiti hanno inoltre potuto assaggiare i piatti proposti dallo Chef Max Mascia del Ristorante San Domenico di Imola (due stelle Michelin), scelto, oltre che per il suo indiscusso prestigio, per la sua profonda conoscenza della cooperativa e la sua capacità di valorizzare, con i giusti abbinamenti, il gusto e la qualità dei salumi CLAI.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento