rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Sport Conegliano

Laura Giordano vince la terza Ventuno del Cima a Conegliano

Importante vittoria per l'atleta di casa che si è imposta sulle sue avversarie. Al maschile podio keniano con Kisorio, Chumba e Ngeno

CONEGLIANO- La città del Cima si è svegliata, fin dal primo mattino, con un freddo pungente ma anche con un bel sole che ha messo tutti di buon umore. E li ha spinti a uscire nel centro storico cittadino per una manifestazione che prometteva grandi emozioni. E così è stato. In particolare per quanto riguarda la competizione rosa. Incredibile la partecipazione del pubblico con oltre duemila tra agonisti (più di 800), podisti e camminatori (quasi 1200) e una folta schiera di spettatori, la maratonina coneglianese è stata un successo. Alla partenza, affiancate ci sono Eunice Chebet, la keniana vincitrice della passata edizione e tesserata per l'Atletica Futura Asd, e Laura Giordano, l'attesissima atleta di casa, seconda lo scorso anno. Al primo passaggio in via XX Settembre, poco dopo il sesto chilometro, transita per prima Chebet. Il suo vantaggio su Giordano e Giovanna Ricotta (Riviera del Brenta) è sui 20''. La straniera sembra involarsi, con sicurezza, verso la seconda affermazione in terra coneglianese. Il suo vantaggio, infatti, al 10° km è ormai di 30''. Ma, a sorpresa, Giordano, invogliata dal sapere che la battistrada le è davanti, ma non di troppo, tiene duro. E a pochi chilometri dall'arrivo la vede, davanti a lei. A 2 km dal traguardo l'aggancio della campionessa pesarese su Chebet che però non ci sta ad "abdicare" e riattacca. Giordano vuole, a tutti i costi, la rivincita, per far gioire il suo presidente, Francesco Piccin. E così è. La pesarese non molla e supera Chebet, vincendo in 1h18'08'' e mettendo la sua firma, prestigiosa, sulla terza Ventuno del Cima. Seconda Chebet in 1h18’30’’ e terza Ricotta in 1h19’00’’.

Una festa per tutta la città e anche per l'Atletica Silca Conegliano che festeggia così la terza edizione della Ventuno del Cima con la vittoria, nella gara femminile. "La keniana, sulla carta, era più forte di me - ha commentato la Giordano a fine corsa - io sono così partita con il mio ritmo, ma ho sentito il forte tifo di questa terra, la provincia di Treviso, che mi ha adottato. Mi hanno detto che Chebet era davanti ma non troppo, così quando l'ho vista davanti a me ho tenuto duro e ci ho creduto fino alla fine. Sono molto contenta di aver vinto, finalmente, la gara della mia società organizzatrice nella città di casa. Tra l'altro un buon test per la Treviso Marathon. Da qui al primo marzo non gareggerò più, ma finalizzerò la preparazione per la maratona nella quale punto a un crono migliore del 2014".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Giordano vince la terza Ventuno del Cima a Conegliano

TrevisoToday è in caricamento