Superenduro round: a Sanremo è "festival" per il team trevigiano di Cmc

Nel weekend è arrivato il podio per Roberto Paludetto e Carlo Zortea, ma è stata comunque grande la prova di tutta la squadra al completo

VALDOBBIADENE Il round 1 del circuito Superenduro disputato nel week-end a Sanremo ha rappresentato il primo test importante della stagione per il Team CMC. La gara era composta da 4 prove speciali complete e intense, per un totale di 12 km e 1700 metri di dislivello negativo. 400 i rider al via in rapprsentanza di 14 nazioni per una start list di altissimo livello. I rider della formazione trevigiana di Enduro MTB rientrano dalla Liguria con risposte importanti sull’attuale stato di forma e il potenziale del team. Dalla green line, composta dai più giovani, agli ever green del team, ovvero i più maturi anagraficamente, tutti si sono espressi ad altissimo livello.

Grande performance tra gli junior dove è arrivato il secondo posto con Roberto Paludetto. Per il pilota feltrino nelle prime due gare disputate quest’anno, sono arrivati altrettanti secondi posti, prima a Trieste nella prima prova del campionato triveneto e poi a Sanremo nel round inaugurale del Superenduro. “E’ stata una gara dura con prove speciali tecniche e lunghe, che il grande caldo ha contribuito a rendere ancora più impegnative. Per me questo è un grande risultato. Peccato perché nella PS 2 sono caduto riportando, ho scoperto poi, la lussazione della spalla però ho tenuto duro e completato la gara. Mi dispiace perchè così dovrò saltare la gara di casa di domenica prossima a Lamon, valida per il campionato triveneto. L’obiettivo è recuperare bene il prima possibile. Durante l’inverno ho lavorato bene, ma iniziare la stagione subito così con due podi mi da morale e fiducia per lavorare ancora con più grinta e impegno puntando ai prossimi impegni che mi attendono in Italia e all’estero” dice Roberto Paludetto.

Appena giù dal podio, quarto, troviamo Matteo Saccon. Ricordiamo che il rider di Imola è il campione nazionale juniores in carica della specialità. Entrambi, lui e Paludetto, sono classe 2000, il futuro dell’Enduro MTB per il Team CMC è già qui. Salendo con l’età, altro podio “pesante” è stato quello centrato tra i master dal trentino Carlo Zortea, secondo nella categoria M5+, alle spalle di Luigi Svanosio (Cicli Bacchetti); Zortea si conferma così come uno dei migliori rider a livello nazionale e internazionale tra quelli della sua generazione. Sempre tra i master, categoria M34, 25° il toscano del Team CMC Massimo Parenzi. In mezzo, tra i più giovani e i “grandi vecchi”, il Team CMC ha comunque saputo esprimere performance di alto livello. Tra i big la vittoria è andata a Florian Nicolai (Amsl Vtt Levens Canyon) ma il sammarinese del Team CMC Nicola Casadei, lo scorso anno secondo nella classifca finale del Superenduro e vincitore di una prova, è partito con un incoraggiante 5° posto. Un po’ più indietro, ma comunque determinati e aggressivi, il bellunese Erwin Ronzon 12° e il romagnolo Mirco Vendemmia 14°, quest’ultimo rallentato da un attaco influenzale.

“E’ stata una gara tosta, ho sofferto un po’ ma comunque è andata abbastanza bene. E’ un 5° posto che mi da morale considerando che l’inizio stagione è stato rallentato da un infortunio. Adesso pensiamo a migliorare e cescere gara dopo gara” commenta il faro del Team CMC Nicola Casadei. Sullo sfondo il dato che emerge saliente è quello di una grandissima prestazione di squadra di tutto il Team CMC. “Paludetto e Zortea sono stati davvero molto bravi. Salire sul podio fa sempre piacere. Però guardiamo con soddisfazione a tutti i risultati ottenuti dal team, anche il 5° posto di Casadei è un ottimo segnale. A Sanremo tutti i nostri pioti hanno cercato di dare il massimo, nonostante molti arrivassero da alcuni acciacchi. Oltre ai già citati che hanno ottenuto risultati di prestigio, ricordo anche i due trevigiani Davide Dal Pian, 13° della sua categoria, che si è tolto il gesso dal dito due giorni prima della gara, e Riccardo Garbuio. E’ stata una bellissima prova di squadra dalla quale ripartire con fiducia verso i prossimi traguardi. Questa è la dimostrazione che siamo competitivi e possiamo essere protagonisti e vincenti in tutte le categorie. Siamo contenti di come la squadra sia cresciuta ulteriormente dal punto di vista tecnico e della struttura rispetto alle passate stagioni. E vogliamo migliorarci ancora” spiega il team manager Davide Geronazzo.

Il prossimo appuntamento all’orizzonte è il round 2 del campionato triveneto di Enduro MTB, domenica sui sentieri di Lamon (Belluno). Per il Team CMC, squadra di Valdobbiadene con tanti rider bellunesi tra le sue fila questa si può considerare come una corsa di casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Male incurabile, addio a Lorenza Pampagnin: anima del commercio locale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento