rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Volley

Conegliano, in semifinale sarà una classica o una novità?

Mercoledì sera in campo Novara e Chieri per la gara di spareggio dei quarti di finale. Santarelli e Lubian rivisitano il match di Roma

Alla fine è due su due, con pronostico ampiamente rispettato. Soprattutto perchè la Prosecco Doc Imoco Conegliano difficilmemte  sbaglia partite di questo genere. La doppia sfida con l'Aeroitalia Roma è terminata con un doppio 3-0, che significa qualificazione alle semifinali senza passare dall'insidiosissima gara tre.

Le pantere si sono potute dunque godere la Pasqua in santa pace, ma senza conoscere il nome dell'avversario che affronteranno nel penultimo atto della corsa scudetto. Domani sera si giocherà lo spareggio tra Novara e Chieri, che hanno impattato la serie, a differenza degli altri incontri, sull'1-1. 

Verrà dunque sfidata a partire dal prossimo fine settimana una di queste due squadre. Sarà una grande classica o una novità? Mercoledì sera, 3 aprile, caduto l'ultimo pallone, sapremo. A partire avvantaggiata, ma solo leggermente, è la Igor, che dal 2016 non manca l'appuntamento con la semifinale dei playoff. Il blitz del Pala Gianni Asti ha riaperto un discorso che sembrava ben indirizzato. 

Se invece sarà la squadra di Bregoli a violare nuovamente il PalaIgor si tratterà di una sfida inedita in quanto quest'ultima, nella sua storia, non ha mai raggiunto questo traguardo. E di certo, non essendo affatto paga del successo in Coppa Cev, vorrà provarci con tutte le proprie forze.

Un passo indietro

Il coach Daniele Santarelli rivisita quanto accaduto domenica scorsa al PalaTiziano: «Abbiamo disputato una buona partita contro una squadra che non era più una sorpresa, ha giocato un’ottima stagione e non aveva più nulla da perdere. Credo che abbiamo giocato questo quarto di finale con la giusta consapevolezza di essere più forti, ma anche di doverlo dimostrare sul campo. Abbiamo visto cose buone e altre meno; d’altronde non è stato facile per nessuno giocare qui a Roma neanche per noi durante la stagione regolare».

La marcia deve necessariamente proseguire: «Abbiamo ottenuto quello che volevamo, ma dobbiamo pensare alla semifinale, perché se vogliamo arrivare fino alla fine dobbiamo affrontare tutte le partite come abbiamo fatto con questa e rispettare l’avversaria come abbiamo sempre fatto».

Tra le migliori la centrale Marina Lubian: «Sapevamo che non sarebbero state una squadra facile da affrontare, come hanno dimostrato in gara uno. Loro difendono tanto, noi siamo state brave a tenere il ritmo partita dall’inizio, a fare il nostro gioco e a non farci prendere dalla foga».

Si attende ora il verdetto di Novara - Chieri: «Difficile dire chi la spunterà, sono due ottime squadre, che stanno giocando più o meno alla pari e tutte e due hanno dimostrato grandissime cose». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conegliano, in semifinale sarà una classica o una novità?

TrevisoToday è in caricamento