Alberi centenari a rischio, controlli su sette piante tra Saletto e Breda di Piave

Per la verifica è stato incaricato appositamente un agronomo il quale, tra settembre e ottobre, ha effettuato le prove di trazione. A rischio un solo tiglio

Prevenzione e protezione del patrimonio naturalistico. A Breda di Piave, il Comune ha effettuato un attento monitoraggio di ben 7 alberi di alto fusto, in parte centenari, nelle aree pubbliche comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un’operazione fortemente voluta dall'amministrazione comunale per verificare lo stato di salute degli alberi più antichi e rappresentativi del territorio bredese. Si tratta in particolare dei 4 tigli che svettano nella piazza della frazione di Saletto, veri e propri simboli della zona, e dei tre alberi ad alto fusto che stanziano davanti alla sede del Municipio a Breda. Per la verifica è stato incaricato appositamente un agronomo il quale, tra settembre e ottobre, ha effettuato le prove di trazione. Ebbene i 4 alberi testati a Saletto hanno superato la prova a trazione, integrata poi con una VTA visiva e strumentale con Resistograf (analisi della  misurazione della resistenza che una microsonda incontra perforando l’albero) dimostrandosi dunque in buona salute tranne uno tiglio per il quale è stata disposta una tomografia, per verificare l’estensione di una carie individuata. Gli alberi fronte Municipio monitorati attualmente non presentano problematiche di staticità. «Abbiamo voluto porre particolare attenzione a questi alberi storici – spiega Ermes Caruzzo, assessore a Lavori Pubblici e Ambiente del Comune di Breda di Piave – si tratta di un’operazione di prevenzione e di sicurezza per questo abbiamo voluto verificare ed eventualmente proteggere un patrimonio che è naturalistico ma soprattutto storico. In particolare, i tigli di Saletto sono un vero e proprio simbolo identitario della comunità della frazione, degli alberi centenari piantati subito dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Ecco perché lo sforzo di questa amministrazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento