Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità Maser

Associazione nazionale Arma di Cavalleria: a Maser la commemorazione

Il Presidente della sezione ANAC Treviso 1: “Sarà presente il reduce 99enne Dante Benendo e saranno esposte le foto inedite e personali del Tenente Enrico Luling Buschetti”

Si terrà mercoledì alle 17.30, per la prima volta nella villa di Maser, patrimonio UNESCO, la commemorazione della carica di Isbuschensky da parte del reggimento Savoia Cavalleria 3° durante la seconda guerra mondiale sul fronte russo, presso il piccolo villaggio di Isbuschensky, sulla piana del Don, Agosto 1942. L’evento si svolgerà nel rispetto delle disposizioni anti Covid, la partecipazione è su invito. Alla cerimonia organizzata dalla sezione ANAC Treviso 1 (associazioni nazionale Arma di Cavalleria) presieduta dal Lan Riccardo Mazzocato, sarà presente il Sindaco di Maser Claudia Benedos. Alla commemorazione parteciperà il Cav. Dante Benendo, socio della sezione ANAC trevigiana, che in quel periodo era in Russia e (pur non avendo caricato) fu protagonista della tragica "ritirata" con la sua affezionata cavalla "Danta" assieme ai sopravvissuti ed al resto dei soldati dei reparti italiani.

PARTICOLARITÀ E I FATTI

Si tratta del penultimo episodio nel quale la Cavalleria italiana (ancora operativa ad oggi con 9 reggimenti) ha compiuto il cosiddetto "sforzo massimo", la carica, contro un avversario secondo metodi ormai obsoleti per la guerra moderna. Proprio quando quasi di sorpresa si trovò difronte a reparti mitraglieri di temutissima fanteria siberiana, il comandante di reggimento, il colonnello Bettoni Cazzago diede l'ordine ed incaricò il capitano Abba di sfondare le linee nemiche caricando con l'intero squadrone. Con un atto di vivido coraggio, si lanciarono contro le mitragliatrici avversarie. Molti gli uomini ed i cavalli che rimasero a terra colpiti alla piena velocità del galoppo, altri cavalieri furono disarcionati, ma la carica continuò e si ripeté fino al termine vittorioso. L'azione del Savoia Cavalleria riuscì a rallentare l'avanzata sovietica, così da dar modo ai reparti Italiani di rafforzarsi. Questo episodio, per l'ardimento, le modalità di esecuzione ed il risultato, valse la medaglia d'oro al valor militare allo stendardo, oltre ad innumerevoli onorificenze personali ad un gran numero di Dragoni.

LA MOSTRA FOTOGRAFICA

Durante l'evento sarà esposto per la prima volta l'album fotografico con le immagini del Tenente Enrico Luling Buschetti, padre di Diamante Luling Buschetti, che oltre ad essere stato un ufficiale del Savoia Cavalleria 3° durante il secondo conflitto mondiale, è stato anche presidente della FISE (federazione Italiana sport equestri) e presidente a vita della Milanese società di caccia alla volpe, esperto cavaliere e vincitore di molti trofei.

Il Sindaco di Maser Claudia Benedos ringrazia il proprietario della Villa di Maser Vittorio Dalle Ore e l’Associazione: “una commemorazione importante per onorare la memoria dei nostri militari che hanno dimostrato spiccato coraggio mettendo a rischio la propria vita in questa battaglia nella campagna italiana di Russia. Ricordo inoltre il Tenente Luling Buschetti, presidente dell’Associazione nazionale razze equine, grande appassionato di cavalli, passione che aveva anche Diamante”. Per l'occasione, saranno presenti anche il Presidente nazionale dell'ANAC Maggiore Alipio Mugnaioni, il Presidente regionale commendador Lucio Pasqualetto con il vice presidente regionale del Veneto capitano Paolo Vello.

INFO

La partecipazione non è aperta al pubblico ma su invito, per rispettare le disposizioni anti Covid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione nazionale Arma di Cavalleria: a Maser la commemorazione

TrevisoToday è in caricamento