rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Villorba / Via Donatori del Sangue

Rifiuti, il Consiglio di Bacino Priula approva le nuove tariffe per il 2019

Novità in bolletta per i consumatori. Al via il progetto “Famiglia EcoSostenibile”: riduzioni tariffarie in arrivo per anziani, bambini e particolari situazioni socio-sanitarie

Si è svolta nelle scorse ore l’assemblea dei sindaci dei 49 Comuni serviti da Bacino Priula, durante la quale sono state approvate all’unanimità le tariffe valide per l’anno 2019. Tariffe che sono unitarie e omogenee per tutto il territorio servito, a fronte dello stesso standard di servizio reso: gli utenti, infatti, sosterranno gli stessi costi a parità di servizi erogati sia che abitino a Roncade, Montebelluna o Quinto.

Per il 2019 con una leggera variazione tariffaria di poco superiore all’adeguamento Istat, i sindaci hanno stabilito delle politiche tariffarie per venire incontro alle utenze che aderiscono al servizio “Famiglia EcoSostenibile”. Chi usufruisce del contenitore specifico per la raccolta dei rifiuti derivanti da particolari situazioni socio-sanitarie, come: pannolini, pannoloni, sacche per dializzati o stomatizzati, ecc. potrà godere di una riduzione della tariffa specifica per questo servizio pari al 16% sia per la quota fissa, sia per la parte variabile legata agli svuotamenti del contenitore. Oltre a questa misura, il piano tariffario approvato per il 2019 prevede la copertura di importanti iniziative a sostegno dell’intera collettività, come il progetto “Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva” per l’inserimento lavorativo di 81 persone disoccupate e la valorizzazione di nuovi servizi, tra cui gli interventi su ex discariche, chiuse da tempo ma che oggi sono da gestire in fase post-mortem o da bonificare. In passato vi sono stati conferiti rifiuti urbani da parte di vari Comuni e oggi tali aree hanno un forte impatto ambientale sul nostro territorio.

Per le aziende, la novità principale riguarda il nuovo sistema di calcolo della tariffa puntuale, denominata “quadrinomia”. Per il rifiuto secco residuo e i servizi a pesatura, infatti, la tariffa sarà suddivisa in quattro parti: componente dimensionale, legata alla classe di superficie a cui appartiene l’utenza; componente di servizio, calcolata in base al numero e al volume dei contenitori in dotazione; componente di raccolta, che tiene conto del numero di “prese” (ovvero svuotamenti) dei contenitori e componente di trattamento, che considera la quantità del rifiuto raccolto. Questa nuova articolazione tariffaria è ancora più legata agli effettivi comportamenti delle utenze non domestiche, che dovranno porre attenzione nell'esporre i contenitori soltanto quando sono pieni. In questo modo, si premiano sempre più i comportamenti virtuosi delle aziende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, il Consiglio di Bacino Priula approva le nuove tariffe per il 2019

TrevisoToday è in caricamento