rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
IL BOLLETTINO / Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, oltre 20mila positivi e 312 ricoverati: l'Ulss aumenta le terapie intensive

Lunedì 3 gennaio il report di Azienda Zero indica 1.232 nuovi contagi in provincia di Treviso e un nuovo decesso rispetto a ieri. Benazzi: «Porteremo a 14 i posti di terapia intensiva a Vittorio Veneto»

Lunedì 3 gennaio la provincia di Treviso ha superato la soglia delle 20mila persone attualmente positive al Covid: sono 20.249 per la precisione. 1.325 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore su 5.893 tamponi fatti per un'incidenza del 22,23%.

I ricoveri

Dati a cui si aggiungono 312 ricoverati in area medica (+3 rispetto a ieri) con 81 ricoverati a Montebelluna, 128 a Vittorio Veneto e 103 al Ca' Foncello di Treviso. 40 i pazienti in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri). Sia area medica che Rianimazione restano in Fase 4 (su 5) come livello di allerta. Il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi, commenta: «Negli ultimi giorni molti pazienti Covid ricoverati in area subintensiva sono finiti in terapia intensiva perché si sono fatti ricoverare in ospedale troppo tardi. Entro questa settimana aumenteremo a 14 i posti letto di terapia intensiva al Covid hospital di Vittorio Veneto - annuncia Benazzi - La maggior parte dei pazienti ricoverati continua ad essere non vaccinata, in ospedale anche persone giovani. Alcuni di loro volevano rifiutare inizialmente il ricovero in terapia intensiva ma, con l'aggravarsi delle loro condizioni, alla fine hanno accettato. Nonostante la riduzione dell'attività ospedaliera - prosegue Benazzi - gli interventi urgenti e oncologici stanno venendo garantiti». Sei i decessi per Covid a livello provinciale avvenuti nel fine settimana. Uno solo nelle ultime 24 ore.

I positivi

«La fascia d'età 18-29 anni finora è quella con meno vaccinati e con più casi di positività - aggiunge il direttore generale - A preoccuparci sono i casi positivi su 100mila abitanti: a livello provinciale sono 1149 su 100mila e, in tutta la provincia, ci sono una sessantina di comuni sopra i 500 casi su 100mila abitanti: Pieve di Soligo (1028), Asolo (1017) e Treviso Sud (1165) i distretti più colpiti. Stiamo avendo anche casi di reinfezione - aggiunge il direttore generale - chi prende il virus non è protetto al 100%. 5-6 gli infermieri contagiati in tutta la provincia, una ventina gli operatori positivi delle case di riposo».

Vaccinazioni pediatriche

Proseguono, nel frattempo, le vaccinazioni pediatriche: «La fascia dai 5 agli 11 anni ha raggiunto il 28,7% tra vaccinati e prenotati. Un dato in linea con la media nazionale - conclude Benazzi - In questi giorni molte famiglie sono ancora in vacanza. Dopo il 10 gennaio ci auguriamo che portino in massa i figli a vaccinarsi. Per questo, oltre a una nuova campagna di sensibilizzazione stiamo allestendo, con la Conferenza dei sindaci dell'Ulss 2 anche gli screening nei singoli Comuni dedicati agli studenti delle scuole. Finora al progetto dei tamponi dedicati alle scuole hanno aderito 64 Comuni della Marca con grossi centri tra cui Treviso, Conegliano e Castelfranco Veneto. La presidente della conferenza dei sindaci, Paola Roma, sta lavorando molto per avviare il progetto entro il 10 gennaio, giorno della ripresa delle lezioni in presenza» conclude Benazzi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, oltre 20mila positivi e 312 ricoverati: l'Ulss aumenta le terapie intensive

TrevisoToday è in caricamento