Allagamenti del Ru Bianco, ecco il piano del Comune di Cornuda e Consorzio Piave

Già reperiti finanziamenti regionali per 400mila euro: verranno impegnati per un primo stralcio funzionale per contenere il rischio idraulico lungo l’intero tratto urbano

L'ultima "bomba d'acqua" su Cornuda

Mercoledì scorso si è svolto un incontro tra il Consorzio Piave e il Comune di Cornuda per la sicurezza idraulica nel territorio comunale. Obiettivo: interventi entro la prossima stagione invernale. Il comune di Cornuda è stato ripetutamente flagellato da episodi di allagamento, a luglio e ottobre del 2018 e recentemente a fine maggio: tra i principali protagonisti il torrente Ru Bianco.

Mercoledì pomeriggio si sono incontrati presso la sede del Consorzio Piave il Presidente del Consorzio Piave Giuseppe Romano con i dirigenti del consorzio e il Sindaco Claudio Sartor con i propri assessori per condividere le soluzioni.  Il Consorzio ha svolto un accurato rilievo lungo il torrente, corso d’acqua demaniale che attraversa il centro urbano di Cornuda che esonda più volte nel corso di eventi meteorici intensi, mettendo in risalto numerosi punti critici, strutturalmente inadeguati sotto il profilo idraulico. Si tratta in particolare di tombamenti insufficienti, di restringimenti d’alveo, di occupazioni stabili della fascia di rispetto del corso d’acqua che annullano la capacità di portata dello scarico ed impediscono l’accessibilità delle sponde a fini manutentivi, tutti interventi dell’uomo realizzati nel corso degli anni non rispettosi delle prescrizioni idrauliche e che ora presentano il conto. Si è concordato di procedere con un puntuale confinamento dell’area demaniale, al fine di garantirne la sua completa disponibilità al deflusso delle portate di piena, alla verifica ed eventuale sanatoria di tutte le opere di attraversamento abusive, di difesa spondale ed occupazione dell’area di rispetto che richiedono per norma il rilascio di uno specifico provvedimento autorizzativo sotto il profilo idraulico a carico dei rispettivi richiedenti rilasciato dal Consorzio.

Si tratta di prime azioni che sono assolutamente propedeutiche agli interventi di manutenzione straordinaria, per i quali si sono già reperiti finanziamenti regionali per 400mila euro provenienti da risorse messe a disposizione dal Commissario Delegato per far fronte all’emergenza determinata dagli eventi meteorici intensi nel corso del 2018 (tempesta Vaia), e che verranno impegnati per un primo stralcio funzionale per contenere il rischio idraulico lungo l’intero tratto urbano. Un secondo stralcio già in linea di massima identificato ma non ancora finanziato potrà ridurre interamente le condizioni di rischio. Il Consorzio Piave provvederà a breve alla definizione dettagliata degli interventi di concerto con il Comune di Cornuda perché l’obiettivo è quello di eseguire i lavori entro la prossima stagione invernale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento