Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Contributi per edifici pubblici, alla Marca assegnati 22 milioni

De Menech (PD): «Questa è la chiara dimostrazione della capacità di progettazione delle nostre amministrazioni locali, una competenza cresciuta fortemente negli ultimi anni»

«È di poche ore fa la conferma dell'assegnazione dei contributi a valere sul Fondo per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Davvero un'ottima notizia per la provincia di Treviso, dove importanti opere pubbliche, progettate dai Comuni, riceveranno così oltre 22 milioni di euro di finanziamenti statali a fronte del miliardo e 750 milioni di euro complessivi a disposizione». Lo afferma Roger De Menech, deputato membro della bicamerale sul federalismo fiscale e vice presidente della Commissione Difesa.

«Con queste risorse finanziarie - spiega il parlamentare dem - si è provveduto a scorrere la graduatoria dei comuni che avevano partecipato al bando emanato nel 2020 e che, nell'ultimo anno, attraverso appositi interventi finanziari integrativi, abbiamo provveduto ad incrementare dagli originari 350 milioni di euro a complessivi 3,6 miliardi di euro».

Vengono così premiati molti comuni della provincia di Treviso, ossia Cessalto (990.000 euro), Cimadolmo (840.000), Colle Umberto (640.000 con 2 progetti), Conegliano (550.000), Cordignano (880.000), Cornuda (1.100.000 con 2 progetti), Giavera (985.000), Istrana (120.000), Maser, Maserada (1.950.000 con 3 progetti), Meduna (1.000.000 con 2 progetti), Miane (380.000 con 2 progetti), Orsago (960.000), Pieve di Soligo (56.000), Roncade (400.000), S. Biagio (580.000 con 2 progetti), S. Pietro di Feletto (720.000), S. Zenone (495.000 con 3 progetti), Sernaglia (507.000), Tarzo (550.000), Valdobbiadene (2.500.000 con 2 progetti), Vazzola (500.000), Vedelago (2.470.000 con 4 progetti), Villorba (850.000 con 2 progetti), Volpago (1.000.000 con 2 progetti) e Zero Branco (900.000).


«Questa è la chiara dimostrazione della capacità di progettazione delle nostre amministrazioni locali, una competenza cresciuta fortemente negli ultimi anni e in grado pertanto di cogliere adeguatamente tutte le opportunità di finanziamenti nazionali. E’ poi la dimostrazione dell'attenzione nei confronti degli enti locali, vero motore per lo sviluppo del nostro territorio, spero siano protagonisti anche del grande piano di ripresa e resilienza che mette a disposizione risorse veramente strordinarie».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi per edifici pubblici, alla Marca assegnati 22 milioni

TrevisoToday è in caricamento