Home Festival, ecco tutte le modifiche al piano della viabilità

Il nuovo parcheggio sarà il P4 nella zona del Mercato Ortofrutticolo, che viene aperto nella sua totalità e che quindi potrà ospitare una grossa mole di veicoli diretti al festival

TREVISO Al fine di evitare possibili disagi alla circolazione e per rendere la viabilità più sicura e agevole, la società che organizza Home Festival chiude il parcheggio P3 (quello sui campi di Viale Serenissima). Contestualmente, viene attivato il piano parcheggi alternativo, già concordato nelle passate settimane con le autorità competenti. Il nuovo parcheggio sarà il P4 nella zona del Mercato Ortofrutticolo, che viene aperto nella sua totalità e che quindi potrà ospitare una grossa mole di veicoli diretti al festival. Saranno proporzionalmente potenziate le navette dal Mercato Ortofrutticolo alla zona Ex Dogana. Le esibizioni e i concerti di tutte le serate sono confermati con gli orari già comunicati. Ricordiamo infine che i treni speciali di Trenitalia saranno operativi questa notte e domani notte con partenza alle ore 3.15 dalla stazione di Treviso. Ci scusiamo per il disagio, chiediamo a tutti di rispettare le nuove prescrizioni e di anticipare l’arrivo in area per evitare code.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

unnamed-81-9

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento