Attualità

Danni da maltempo, plafond di 30 milioni di euro per aziende e cittadini

Un "progetto di soccorso finanziario" che vede CentroMarca Banca in prima linea. Aderiscono all’iniziativa Confartigianato Imprese, Casartigiani, CNA e Unione Confcommercio Provinciale, insieme ai Consorzi Fidi di Categoria, Confidi Canova, Fidimpresa, Trevigianfidi, Veneto Garanzie e con il Comune di Treviso

Un aiuto per chi ha già una copertura assicurative e può ottenere subito liquidità prima del risarcimento ma anche per chi non ha sottoscritto una polizza assicurativa contro i danni ma può ugualmente avere credito, nell'arco al massimo di una quindicina di giorni. Le ultime ondate di maltempo che hanno colpito duramente tutta la provincia hanno subito spinto CentroMarca Banca a mettere a disposizione un plafond straordinario di 30 milioni di euro per tutelare aziende ma anche privati cittadini che si sono trovati alle prese con i danni provocati da grandinate o alberi caduti. Tetti delle abitazioni certo ma anche sedi aziendali, auto (in molti hanno lamentato parabrezza e cristalli distrutti dalla grandine), strumentazione eccetera. L'iniziativa presentata oggi, 4 agosto, in Comune a Treviso, è stata chiamata "Treviso Protetto" e vede la collaborazione di Confartigianato Imprese Treviso, Casartigiani Treviso, CNA e Unione Confcommercio Provinciale, insieme ai Consorzi Fidi di Categoria, Confidi Canova, Fidimpresa, Trevigianfidi, Veneto Garanzie e con il Comune di Treviso. A beneficiare dell'aiuto potranno essere, come detto, famiglie e aziende del commercio, dei servizi, dell'artigianato e dell'industria colpite da eventi di natura eccezionale; potranno accedere ai finanziamenti per importi compresi tra 5.000,00 euro e 200.000,00 euro.

L'importo finanziabile coprirà al 100%, quindi interamente, il danno subito. Il progetto si propone di coprire le necessità di coloro che hanno subito danni a seguito di eventi atmosferici, offrendo finanziamenti agevolati per: il ripristino della capacità produttiva delle aziende, la copertura dei danni subiti a semilavorati, impianti e infrastrutture e mezzi di trasporto, possibilità di anticipare i rimborsi assicurativi o gli aiuti pubblici in caso di calamità. Interessate all’iniziativa anche quelle famiglie, residenti del territorio comunale di Treviso, che hanno subito danni alla propria abitazione o alla propria auto dalla caduta di alberi o dal danneggiamento della grandine. Anche in questo caso il finanziamento potrà coprire il 100 % della spesa o prefinanziare i rimborsi assicurativi o quanto potrà essere devoluto dai provvedimenti pubblici per la calamità naturale.

Per accedere ci si potrà rivolgere presso le Filiali di CentroMarca Banca o nelle sedi delle associazioni di categoria e dei Condifi presentando l’attestazione del danno subito e la documentazione fiscale necessaria. Ci sarà un percorso agevolato dal punto di vista di tempistiche ridotte (una quindicina di giorni) in merito all’erogazione del credito e senza spese di istruttoria.

«Questa iniziativa testimonia il valore della solidarietà e della collaborazione che creano una forza positiva e proattiva per il territorio» ha detto Claudio Alessandrini, Direttore Generale di CentroMarca Banca, promotrice dell’operazione, durante la presentazione del progetto a Ca’Sugana «Una sinergia necessaria per fornire sicurezza alle famiglie e alle aziende che necessitano di un aiuto tempestivo e mirato per affrontare situazioni impreviste e complesse. Siamo da sempre consapevoli che solo cooperando per costruire un futuro più sicuro la comunità potrà contare su un aiuto concreto, tempestivo e affidabile».

«L’esperienza del Treviso Fund, che ha permesso di aiutare centinaia di imprese durante la pandemia, ci ha insegnato che mettendosi in rete si può fornire un importante sostegno a famiglie e lavoratori» le parole del Sindaco di Treviso Mario Conte «Per questo facciamo un plauso a CentroMarca Banca e ai Confidi per questo importante progetto di soccorso finanziario che dà respiro a coloro che a causa del maltempo hanno subito danni pesanti. Siamo consapevoli del fatto che solo attraverso una collaborazione efficace si può ambire alla crescita del territorio, che si sostanzia anche nel supporto fattivo nei momenti di difficoltà e negli imprevisti, come quelli del fortunale che ha colpito nelle ultime settimane il nostro territorio e purtroppo anche il nostro comune».

La solidarietà attivata attraverso "Treviso Protetto" attesta un impegno concreto nel fornire supporto oltre alle imprese produttive e alle famiglie di Treviso, aiutandole a superare momenti difficili e a proteggerle da futuri imprevisti. «Chiudere le fila, collaborando fra attori territoriali, trovando soluzioni immediate e sostenibili all'interno delle comunità, è un aspetto che ha sempre caratterizzato il nostro Veneto. Solo insieme possiamo trovare la forza per superare le avversità, anche metereologiche, che sempre più spesso disturbano il quotidiano» Ha detto Ennio Piovesan, Presidente di Confartigianato Imprese Treviso «Grazie a tutti gli attori, a cominciare dal Comune di Treviso e da CentroMarca Banca, ai Confidi e alle associazioni di categoria, per la sensibilità concreta che dimostrano verso i cittadini e le imprese locali. Questa solidarietà a km zero, è autentica benzina per il nostro sistema territoriale, non finiremo mai di ripeterlo».

«Il contesto trevigiano si conferma all’avanguardia sul fronte del credito e vicino alle piccole e medie imprese, oltre che alle famiglie: dopo aver lanciato, durante la pandemia, l’iniziativa dei Treviso Fund, esperienza poi replicata con successo in molti altri comuni, ci troviamo ora a collaborare con un’altra concreta azione di sostegno finanziario, frutto di una nuova emergenza, quella legata al maltempo» Ha ribadito Franco Storer Presidente di Casartigiani Treviso «Ciò che si è verificato quest’estate con diversi eventi atmosferici violenti, conferma come la variabile climatica, rappresenti oggi, un crescente fattore di rischio per la nostra economia: è dunque giusto curare le ferite, come in questo caso che speriamo faccia scuola, ma è anche importante lavorare sulla prevenzione con adeguate politiche, incentivi e aiuti sul fronte del risparmio energetico. Anche su questo in prospettiva la nostra associazione sarà sempre presente».

Mario Conte con Claudio Alessandrini

«Anche in questa occasione, per far fronte a una situazione di disagio improvvisa, associazioni di categoria, banche di credito cooperativo e confidi, coordinati dal Comune di Treviso, esprimono a favore del territorio la loro principale finalità che è quella della mutualità ovvero il mettere a fattor comune risorse e competenze a beneficio di famiglie e imprese» ha affermato Rudy Bortoluzzi, Direttore del Confidi Canova, promosso da CNA territoriale di Treviso.

«Esprimo a nome del Sistema Confcommercio provinciale il plauso per questa iniziativa che, nel supportare le imprese e le famiglie colpite dalle circostanze climatiche, dimostra l’attenzione, la vicinanza e la volontà di mettere a disposizione del mondo produttivo soluzioni pronte ed efficaci rispetto alle emergenze che purtroppo si affacciano sempre più spesso. L’auspicio è che iniziative analoghe possano proseguire presto in altri Comuni, dove la nostra articolazione territoriale, rappresentata dalle Ascom mandamentali e dalla Delegazioni, ci consente di seguire al meglio le pratiche di microcredito, strumento che si conferma essere sempre più una strada da percorrere». Ha ribadito Fabio Scardellato Responsabile di Fidimpresa Treviso.

Oltre ai finanziamenti per risolvere i danni passati, CentroMarca Banca offre una copertura al fine di proteggere le aziende da eventuali danni futuri causati da eventi atmosferici. «Abbiamo visto come un evento atmosferico, un incendio, un guasto ad un macchinario o anche un semplice infortunio possano mettere a repentaglio la propria attività e anche la solidità economica della propria famiglia o della propria azienda. Scegliere quindi di proteggersi preventivamente da questi eventi significa serenità e lungimiranza». Conclude il Direttore Generale di CMB, Claudio Alessandrini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni da maltempo, plafond di 30 milioni di euro per aziende e cittadini
TrevisoToday è in caricamento