menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Treviso, Mario Conte

Il sindaco di Treviso, Mario Conte

Mario Conte nuovo presidente di Anci Veneto

Le congratulazioni del governatore Luca Zaia: «Complimenti e auguri di buon lavoro all’amico Mario nell’interesse di tutti i Sindaci della regione, alle prese con una fase storica difficile nella quale affrontano grandi problemi, a cominciare da uno Stato che riconosce l’importanza delle autonomie locali solo a parole»

«Mario Conte è un esponente di quella generazione di giovani sindaci che stanno facendo e faranno il meglio per i veneti sui territori. Complimenti e auguri di buon lavoro all’amico Mario nell’interesse di tutti i Sindaci della regione, alle prese con una fase storica difficile nella quale affrontano grandi problemi, a cominciare da uno Stato che riconosce l’importanza delle autonomie locali solo a parole». Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta con soddisfazione la nomina del Sindaco di Treviso, Mario Conte, a Presidente di Anci Veneto.

«Conte e tutti i Sindaci che da oggi egli rappresenta senza distinzione di schieramento -aggiunge Zaia- sappia che la Regione è, e sarà, sempre e in ogni modo, al fianco delle Amministrazioni Locali. Abbiamo fatto, facciamo e faremo squadra con i nostri Comuni e i loro Sindaci – conclude Zaia – convinti che sia il modo migliore per essere il più vicini possibile alla gente e alle sue necessità».

Il commento di Silvia Rizzotto

«Con la nomina di Mario Conte alla guida di Anci Veneto, sicuramente, facciamo un ulteriore passo avanti per la partita dell'Autonomia. E non solo! Sono contenta per lui e gli faccio i miei migliori auguri per il nuovo incarico! Mario è un sindaco giovane, che in quanto tale sa cosa significhi interpretare le esigenze dei suoi cittadini, del suo territorio e, nondimeno, di tutti gli altri Sindaci presenti alla nomina, che lo hanno appunto eletto per acclamazione». Sono le prime parole di complimento da parte di Silvia Rizzotto, trevigiana e capogruppo della Lista Zaia, di fronte alla proclamazione del sindaco di Treviso, a presidente di Anci Veneto.

«Il Veneto è una regione più che virtuosa: lo sappiamo noi e lo sanno bene anche a Roma, dove, proprio per questo, si guardano bene dal considerare l'Autonomia locale nella sua giusta proporzione e nel suo giusto peso; il virtuosismo fa sempre invidia e paura a quelli meno capaci! Così come virtuosi sono anche tutti i Sindaci veneti, che nel loro piccolo ed al meglio delle loro possibilità non sprecano denaro, non fanno i fannulloni e cercano di far quadrare i conti con enormi sforzi: insomma, non stanno certo a perder tempo in chiacchere come fanno altrove in Italia ed al Governo in primis. Non ho dubbi che Mario abbia tra le sue priorità la cooperazione su tutto il territorio veneto, in sinergia con tutti i sindaci che si appresta a rappresentare, per spingere lo Stato Centrale a valorizzare il Veneto come merita, non solo sul fronte dell'Autonomia, ma anche su quello della sicurezza, delle forze di Polizia Locale; noi come Regione saremo sempre al suo fianco, a favore dell'equilibrio. Quello preciso e millimetrico però, non quello "a parole" che sta adottando il Ministro Boccia - chiosa la Rizzotto, per poi chiudere con altre parole di encomio - Rinnovo caldamente i migliori auspici a Mario, per un egregio lavoro. Da trevigiana, poi, non posso che esprimere soddisfazione personale ed anche un po' di parte. E, simbolicamente, faccio un invito personale al neo eletto: portare con sé, ogni volta dovrà incontrare autorità fuori Veneto o dello Stato Centrale, una bandiera veneta col Leone di San Marco, il simbolo della nostra terra, lo stendardo per ricordare che l'Autonomia non e' una battaglia di qualcuno, di una parte politica, ma di tutto il Veneto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento