rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Blog

Tutto pronto per l’inaugurazione della VII edizione del Muja Buskers Festival

La magia del circo contemporaneo torna ad invadere Muggia. Spettacoli nel magico Chapiteau all’entrata della città, tra le calli e in teatro. Ma anche laboratori per bambini, passeggiate alla scoperta del territorio e un’area giochi per adulti non troppo cresciuti

A Muggia è tutto pronto per l’inaugurazione della VII edizione del Muja Buskers Festival. Saranno gli spettacoli Curtain Call e Laerte, portati in scena da UnArtiq e Side Kunst Cirque, a dare il via nella serata di oggi mercoledì 5 luglio alla cinque giorni di circo contemporaneo. Appuntamento sotto lo Chapiteau di piazzale Alto Adriatico rispettivamente alle 19 e alle 20:30 con i due spettacoli da non perdere. La settima edizione partirà però alle 16:30, con l’apertura dei giochi dell’Officina Clandestina, sempre in piazzale Alto Adriatico.

Il Festival negli anni

 Con circa 50 mila spettatori nel corso degli anni ed artisti provenienti da tutto il mondo, il Muja Buskers Festival è diventata una delle manifestazioni artistiche più apprezzate in tutto il Friuli Venezia Giulia. Organizzata dall’Associazione Sparpagliati, la cinque giorni è realizzata con i contributi del Ministero della Cultura - Fondo Unico per lo Spettacolo, della Regione Friuli Venezia Giulia - Cultura e Turismo, del Comune di Muggia e della Fondazione della Cassa di Risparmio di Trieste.

Gli spettacoli di oggi 5 luglio

Officina Clandestina (ore 16:30, piazzale Alto Adriatico)

Officina Clandestina viaggia per portare negli spazi urbani un parco giochi di legno, tutto rigorosamente riciclato, che crea un momento di incontro e divertimento per tutte le età. Il progetto ripropone l’atmosfera socializzante e giocosa del luna park itinerante, un ambiente caratterizzato da un’atmosfera retrò e accogliente all’interno della quale si possano sviluppare socializzazione e scambio tra generazioni. I giochi sono stati selezionati tra antichi (giochi medievali e rinascimentali, giochi popolari), da luna park (pesche, giochi con martelli, giochi di mira), di movimento (trampoli, assi di equilibrio), giochi da tavolo tradizionali (dama, scacchi, memory, battaglia navale) e giochi calmi per chi non vuole sudare troppo. Sono giochi recuperati dalla tradizione, dalla memoria e dall’inventiva che nasce di volta in volta costruendo. Sono curati perché siano sicuri, oltre che divertenti. Ingresso a pagamento e su prenotazione.

Curtain Call (ore 19, piazzale Alto Adriatico)

Due artisti di fama internazionale conquistano uno scenario impressionante con un’emozionante miscela di forme narrative. Il loro gigante sipario trasforma l'ambiente circostante in un teatro all'aperto: un parco cittadino, un mercato, una riva del fiume diventano la scenografia e gli spettatori sono sedotti a riscoprire un ambiente familiare. Un'ampia varietà di tecniche circensi, come le acrobazie sul Trapezio ballant ed il Palo cinese, forniscono il vocabolario per un linguaggio metaforico e contemporaneo che assicura momenti di meraviglia e capace di far dimenticare tutte le preoccupazioni. La musica dal vivo si mescola a suoni elettronici moderni: un sassofono fa da colonna sonora ad una danza verticale su una scala di corda a un'altezza vertiginosa. Gli artisti manipolano la versatile scenografia in eleganti coreografie, creando prospettive sempre diverse e situazioni sorprendenti. Di e con Lisa Rinne &Andreas Bartl, costumi di Anastasia Lotikova, musiche di Michael Strobel e scenografia di Sascha Hinz. Ingresso a pagamento e su prenotazione.

Laerte (ore 21, piazzale Alto Adriatico)

Laerte è uno spettacolo unico che rende omaggio all'oceano e alla sua potenza. La storia cresce come un’onda insieme al pubblico. Entrate nello splendido Chapiteau e lasciatevi cullare da un mare di emozioni. Uno spettacolo capace di sfidare le regole ordinarie alla base della produzione di uno show circense. Da non perdere. Una produzione italo-francese, con Salvatore Frasca, Philine Dahlmann, Giacomo Martini e Edoardo Demontis. Scenografie e costumi di My!Laika con Eleonora Spezi. Tecnici luci e suoni Rose Opdenhoff e Manue Guilbert, management Nico Agüero. Ingresso a pagamento e su prenotazione.

Gli eventi della VII edizione del festival

Una cinquantina gli eventi programmati in diverse location sparse sul territorio, per un festival diventato appuntamento annuale per giovani artisti emergenti e punto di riferimento per famiglie, residenti e turisti che mai come quest’anno stanno facendo registrare presenze particolarmente significative in tutta la provincia di Trieste. A far da padrone, come detto, sarà il grande Chapiteau, tendone da circo allestito in piazzale Alto Adriatico e che, assieme a piazza Caliterna, il Teatro Verdi, i giardini della biblioteca e piazza Marconi, rappresentano i luoghi dove verrà messa in scena la maggior parte degli spettacoli. Tra laboratori di circo per bambini e show travolgenti, il festival rappresenta occasione di divertimento per chiunque, senza limiti d’età.   

Orari, biglietti e ulteriori informazioni

La maggior parte degli spettacoli della manifestazione viene riproposta quotidianamente all’interno del programma e sul sito www.mujabusker.com è possibile ottenere tutte le informazioni sugli orari, nonché su come prenotare digitalmente i biglietti per gli spettacoli che prevedono un piccolo contributo per l’ingresso. I bambini fino a 6 anni entrano gratuitamente.

Il programma (scaricabile al sito muja busker.com) potrebbe subire delle modifiche a causa del meteo o di problematiche di carattere tecnico-organizzativo, oltre che artistico. Ulteriori informazioni anche sul profilo Instagram del festival Muja Buskers.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per l’inaugurazione della VII edizione del Muja Buskers Festival

TrevisoToday è in caricamento