Abbandono di rifiuti inerti in via Lauretana: individuati i responsabili

Si tratta di una ditta della Sinistra Piave che scaricava i propri rifiuti nel Comune di Montebelluna. Le indagini, avviate nel mese di gennaio, hanno portato alla denuncia degli ecovandali

I rifiuti abbandonati in Via Lauretana

E’ stata segnalata lunedì 22 giugno al Comune di Montebelluna l’individuazione dei responsabili dell’abbandono di rifiuti in via Lauretana avvenuto lo scorso inverno. Era fine gennaio quando la presenza di un cumulo di rifiuti inerti (polistirolo, sacchi contenenti rifiuti e teli di nylon) era stato segnalato all'ufficio Ecologia e al Comando di Polizia locale di Montebelluna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambi, dopo una prima sommaria verifica, avevano interpellato sia il servizio di ecovigilanza del Consorzio Priula che i carabinieri forestali che, assieme, avevano effettuato un primo sopralluogo sul luogo del ritrovamento. Ora, a distanza di alcuni mesi, i responsabili sono stati individuati: si tratta di una ditta con sede nella sinistra Piave nei confronti della quale i carabinieri forestali hanno provveduto a sporgere denuncia penale in quanto si tratta di comportamento doloso. Nel frattempo il sindaco Marzio Favero ha provveduto a firmare l’ordinanza con cui viene disposto lo sgombero, da parte di Contarina, dei rifiuti dall’area dove sono dovuti restare fino al termine delle indagini. Commenta il sindaco: «Congratulazioni ai carabinieri forestali per l’operazione e per le efficaci indagini portate a termine. Montebelluna è da anni in testa alle classifiche nazionali per la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti. Ciononostante, seppur in modo sempre meno frequente, si verificano casi di abbandono. Mese dopo mese, infatti, il cerchio attorno ai responsabili degli abbandoni si restringe sempre più anche grazie al lavoro di Contarina riguardo all’incrocio dei dati relativi alle utenze che portano a galla situazioni in cui residenti che regolarmente usufruiscono del servizio elettrico ed idrico, non risultano utenti del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Questo costante impegno su più fronti spiega perché ci sono meno abbandoni di rifiuti nel territorio. Tuttavia emerge un fenomeno nuovo, come quello dell’incursione di residenti fuori dal territorio montebellunese che si rendono responsabili di abbandoni a Montebelluna, come è avvenuto nel caso in questione, per il quale ora la ditta colpevole, che non è di Montebelluna, ma della Sinistra Piave si trova ad avere a proprio carico anche una denuncia penale. Si tratta di atteggiamento assurdo visto che il costo per lo smaltimento dei rifiuti a carico delle aziende è contenuto e comunque non tale da giustificare i comportamenti di abbandono».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento