Assegno falso per comprare un orologio da 15mila euro: 18enne finisce in manette

La ragazzina, di origini rom e residente a Padova, è stata fermata dai carabinieri dopo un blitz organizzato preventivamente con la vittima, raggirata nello stesso modo una settimana prima

Ha cercato di comprare un orologio dal valore di 15mila euro con un assegno falso, ma è stata subito scoperta e arrestata dai carabinieri. La truffatrice è una ragazza di 18 anni, di origine rom e residente a Padova, che è stata fermata nelle scorse ore dai carabinieri all'interno di una caffetteria nel quartiere di Santa Bona a Treviso. I militari erano stati infatti preventivamente allertati da un 30enne commerciante trevigiano che la settimana scorsa era già stato truffato alla medesima maniera dalla stessa donna dopo che, dopo aver visto uno dei suoi orologi in vendita online, aveva deciso di contattare il professionista per procedere all'acquisto. Una volta però avvenuto lo scambio, il commerciante ha scoperto la falsità dell'assegno tanto che quando la ragazza si è palesata nuovamente per una seconda compravendita, ha deciso di creare una trappola con i carabinieri di Treviso per poterla arrestare. Si sono così trovati presso un bar della zona alle 23 e, una volta avvenuto lo scambio, i militari sono intervenuti e hanno arrestato la giovane.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento