Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

L'uomo si trova in carcere con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate, sequestro di persona e rapina

Nella notte tra martedì e mercoledì un 50enne trevigiano, F.C.H., è stato arrestato dalla polizia stradale di Castelfranco Veneto con l'accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati e continuati, lesioni aggravate, sequestro di persona e rapina. L'uomo, che vive con la moglie D.C.S.Q., 40enne di origine brasiliana, e la figlia 14enne in una tenuta agricola di Maserada sul Piave, è stato condotto al carcere di Santa Bona di Treviso a seguito di un incidente stradale che ha però permesso di fare luce su una situazione di grave disagio e violenza familiare.

Nella notte in questione, infatti, il 50enne si è schiantato volontariamente con l'auto della moglie contro un alberto, distruggendo così il veicolo nella sua parte anteriore e procurandosi alcune ferite che hanno richiesto il pronto intervento del Suem 118 e il seguente ricovero dell'uomo all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Una volta sul posto i medici e la polizia stradale per i rilievi di rito, subito è risultato che l'uomo fosse in un importante stato di alterazione psicofisica dovuto all'assunzione di sostanze alcoliche. Ascoltando poi le testimonianze dei presenti, gli agenti della Polizia Giudiziaria, intervenuta a supporto dei colleghi della Stradale, hanno successivamente scoperto che la situazione familiare dell'uomo era tutt'altro che rosea, essendo egli spesso protagonista di maltrattamenti nei confronti della moglie e per questo motivo, preoccupati per le sorti della donna e della minore, si sono subito recati presso l'abitazione di famiglia poco distante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo a quel punto la polizia ha scoperto che la 40enne e la 14enne erano state chiuse dal 50enne all'interno del primo piano della tenuta agricola, senza alcuna possibilità di uscire. Visti poi gli evidenti segni di percosse presenti sul corpo della donna, gli agenti hanno convinto la stessa a confessare quanto successo sia quella sera che nel periodo precedente, facendo così luce su una situazione che si protraeva ormai da 5 anni, con violenze perpetrate anche di fronte agli occhi della ragazzina. Per questo motivo mamma e figlia sono state subito tranquillizzate e portate in un luogo sicuro e protetto mentre il padre-padrone è stato arrestato in flagranza di reato mentre ancora si trovava al pronto soccorso e poi deferito all'Autorità Giudiziaria di Treviso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento