menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via gli alberi lungo l’ex ferrovia Montebelluna-Susegana: in arrivo una pista ciclopedonale

La ferrovia, lunga diciotto chilometri e ormai in disuso da diverso tempo, potrebbe avere nuova vita grazie all'apertura di una pista ciclopedonale a partire dal prossimo gennaio

MONTEBELLUNA Pulire l’ex linea ferroviaria Montebelluna-Susegana: un ulteriore passo del percorso che porterà alla realizzazione della pista ciclopedonale che collegherà Montebelluna a Nervesa della Battaglia. Un tracciato di cui i Comuni de Consorzio Bosco del Montello sono proprietari di una fascia larga sei metri e lunga 18.5 km, mentre il resto della massicciata e le aree contigue sono state ottenute, grazie ad un accordo con RFI, in comodato gratuito.

E’ stato pubblicato in questi giorni un avviso di asta pubblica con cui il Consorzio del Bosco Montello mette in vendita il legname da ardere proveniente dalla rimozione di piante, arbusti e altro materiale legnoso da raccogliere lungo l’ex linea ferroviaria. Si tratta di una superficie di circa 10 ettari relativa alla sola fascia centrale del sedime dell’ex ferrovia per una larghezza di 8 metri (sei metri di fascia centrale più un metro ai lati). Nelle aree dove non fossero presenti alberi sarà comunque compito dell’aggiudicatario provvedere allo sfalcio dell’erba di arbusti o di altri infestanti, in modo da garantire l’accesso a tutta l’ex linea ferroviaria. I lavori dovranno concludersi entro il mese di gennaio 2018.

Denis Michielin, presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Bosco del Montello, commenta: “Dopo questa operazione di pulizia, il percorso potrà iniziare ad essere fruito dagli appassionati di storia, trattandosi di un manufatto militare che fu strategico e di alta valenza memoriale, poiché si tratta degli ultimi km percorsi dai soldati provenienti da tutta Italia mandati al sacrificio lungo la linea sul Piave e sul Montello”. Aggiunge Paolo Guizzo, presidente dell’assemblea dei soci del Consorzio Bosco del Montello: “L’intervento di pulizia, con la raccolta del legname e lo sfalcio dell’erba, verrà condotta sopra la massicciata, lasciando in piedi la vegetazione laterale e le essenze nobili in modo da creare un viale alberato all’interno del quale correrà la pista ciclopedonale che sarà così ombreggiata e piacevole da percorrere”. Spiega il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero: “Abbiamo richiesto un finanziamento in Regione e l'obiettivo è aggiungere anche la linea militare al pacchetto di offerta turistica che attiene al tematismo della Grande Guerra. Infatti i cinque comuni del Montello stanno elaborando un programma di vista in relazione ai luoghi della Grande guerra, come il futuro memoriale di Villa Pisani, il museo di Villa Pontello a Crocetta, l'aeroporto dedicato ai biplani da guerra di Zanardo e l'ex Abbazia in corso di restauro a Nervesa, i bunker sul Piave, il cimitero britannico e il museo emotivo a Giavera, l'osservatorio del re e la colonna romana fra Volpago e Crocetta. Un progetto che sta prendo corpo con una serie di investimenti strutturali pubblico-privati sull'ordine dei 10 milioni di euro e che troverà valorizzazione attraverso un piano di promozione turistica che è allo studio”.

Le ditte interessate dovranno provvedere autonomamente ad un sopralluogo presso le aree interessate al taglio degli alberi, per prendere visione del lotto boschivo oggetto del presente avviso. La base d’asta è di 1.000 euro. L’offerta si intende a rialzo rispetto al prezzo a base d’asta, con rialzi minimi di 200 euro sulla base d’asta. Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del giorno 23.10.2017 presso il protocollo del Comune di Volpago del Montello in Piazza E. Bottani 4 31040 – Volpago del Montello. L’avviso d’asta sarà pubblicato nel sito del Consorzio del Bosco Montello da mercoledì 4 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento