Belle Epoque”, prorogata al primo ottobre la mostra alla Collezione Salce

Il nuovo Museo, nelle sue prime settimane di vita, è stato ammirato sopratutto dai trevigiani, fortemente coinvolti dalla valorizzazione che finalmente veniva assicurata alla Collezione del “loro” Nando Salce

TREVISO Marta Mazza, Direttore del nuovo Museo nazionale delle Collezione Salce ha deciso di prorogare “La Belle Epoque”, ovvero la spettacolare mostra di debutto del nuovo Museo trevigiano, sino al primo ottobre. La data di chiusura inizialmente prevista era quella del 24 settembre. Il perché della decisione, lo illustra la stessa Direttrice Mazza, rievocando questi primi mesi di attività del Salce: “il nuovo Museo, nelle sue prime settimane di vita, è stato ammirato sopratutto dai trevigiani, fortemente coinvolti dalla valorizzazione che finalmente veniva assicurata alla Collezione del “loro” Nando Salce. Ed è stato un continuo “pellegrinaggio di persone che tramandavano in famiglia o nella cerchia amicale riverberi di storie sul “sior Nando”.

Le visite dal resto del Paese sono cominciate in modo meno immediato, crescendo man mano che l’informazione dell’esistenza del nuovo Museo veniva trasmessa dai molti servizi, di grande qualità, che tutte le principali testate scritte e televisive gli hanno riservato.  La recente uscita di un dossier dedicato, diffuso in tutta Italia dalla Giunti insieme ad Art e Dossier ha sollecitato ancora altro interesse”. Il crescendo di visitatori, anche in una stagione non del tutto ottimale come l’'estate, conferma che il tema di questa mostra, aggiunta all’idea del nuovo museo, piace”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prendendone atto, la Direttrice Mazza ha stabilito quindi questa proroga. Con l’obiettivo di superare di un bel po i dieci mila visitatori.
Nel frattempo, Marta Mazza, con i suoi collaboratori, sta approntando la prossima mostra del terzetto inaugurale.  Se “La Belle epoque” ha proposto una selezione delle opere più significative della Salce datate ai decenni antecedenti la Grande Guerra, questa seconda tappa sarà riservata ad una selezione di manifesti tra le due guerre. Con il titolo di “Illustri persuasioni”, saranno in mostra un centinaio di magnifiche testimonianze dell’arte pubblicitaria tra la prima e la seconda guerra mondiale, dal 1920 al 1940. Il pubblico potrà ammirare questa nuova mostra già a partire dal 14 ottobre prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

Torna su
TrevisoToday è in caricamento