menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bolletta da 3mila euro, la parrocchia rischia di restare al buio

Tremila euro da pagare subito, altrimenti si resta al buio. È quanto succede alla parrocchia della Natività della Beata Vergine di Miane

MIANE — Tremila euro da pagare subito, altrimenti si resta al buio. È quanto succede alla parrocchia della Natività della Beata Vergine di Miane, dopo il recapito del sollecito da parte dell’Enel per il pagamento di 3435,65 euro. Si tratta di un conguaglio di una bolletta del 2007 e, se non sarà pagato, calerà l’oscurità sulla chiesa di Miane.

Ma l’Enel avrebbe fatto recapitare alla parrocchia bollettini sempre diversi, come hanno raccontato alla stampa i volontari. Sarebbero arrivato quattro bollettini i cui importi vanno dai 3400 ai 3900 euro.

Sembrerebbe che la maxi bolletta da 3mila euro risalga a un contenzioso di sei anni fa. In quel caso Enel avrebbe erroneamente recapitato una bolletta da ben 18mila euro. Enel, poi, riconobbe lo sbaglio e stornò dal bollettino 15mila euro lasciando, appunto, quei 3mila. Il rischio, ora, è che la società stacchi la corrente alla parrocchia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento