Ancora una rapina a Conegliano, bandito armato di pistola assalta il "Liber tea"

Il colpo domenica sera in via Cavour, sul posto indagano i carabinieri che acquisiranno le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Al rapinatore delle farmacie attribuito anche il tentato colpo all'Eurospar di Salgareda

L'interno del locale Libertea

Rapina nella serata di domenica, poco dopo le 20.30, all'interno del locale "Liber tea" di via Cavour. Ad entrare in azione un malvivente dalla carnagione scura, con il volto travisato e armato di pistola. Il bandito ha puntato l'arma contro una giovane barista asiatica e ha ordinato gli fosse consegnato il denaro presente in cassa. Si tratta di una somma di qualche centinaia di euro. Il rapinatore, presi i soldi, si è dileguato a piedi, di corsa, facendo perdere rapidamente le proprie tracce. Sul posto sono intervenute le pattuglia dei carabinieri del nucleo radiomobile di Conegliano. Tutti i controlli eseguiti in zona non hanno purtroppo dato esito. La vittima del colpo ha fornito un identikit sommario del rapinatore e saranno inoltre acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato scorso gli agenti della squadra mobile di Conegliano e gli uomini del Commissariato erano riusciti ad arrestare il bandito, Luca Roberto Pasquino, 38enne di Sandonà, autore di due colpi riusciti e uno fallito (quello che gli è costato la libertà) alla farmacia dei Colli di Monticella, in via Molena. Gli investigatori dell'Arma sono riusciti ad attribuire a Pasquino un'altra rapina. Il 38enne, il 12 settembre scorso, aveva infatti assaltato il supermercato "Eurospar" di Salgareda. La rapina, in quel frangente, fallì miseramente per l'intervento di un cliente, il massaggiatore del Treviso calcio Marino Menegaldo che difese la cassiera, Patrizia Moro, costringendo alla fuga il malvivente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento