Cronaca

Emissione di fatture false per 25 milioni: nei guai tre trevigiani

Tre volti noti della Marca avrebbero effettuato operazioni fiscali fasulle per diversi anni, non versando l'Iva per circa 5 milioni di euro

TREVISO - Avrebbero emesso per anni fatture false e non avrebbero pagato l'Iva dovuta, il tutto per un totale di 25 milioni di euro in operazioni fiscali inesistenti e 5 milioni di Iva evasa allo Stato. Con quest'accusa è finito momentaneamente in carcere un 52enne ex pilota che risiede a Villorba, mentre agli arresti domiciliari si trova ora un 36enne montebellunese e residente a Spresiano.

Come scrive il Gazzettino, le indagini della guardia di finanza di Treviso avrebbero portato all'iscrizione nel registro degli indagati di altre due persone, ossia la madre 85enne del pilota e un 37enne pordenonese attualmente residente a Barcellona. E proprio dalla Spagna sarebbero giunte le ultime indicazioni utili in materia di antiriciclaggio volte all'arresto degli interessati. Nel mirino delle fiamme gialle sarebbero infatti finite diverse società "trevigiane", ree di non avere i conti in regola. Si tratterebbe nello specifico di tre ditte facenti capo al 52enne e di un'azienda con base spagnola controllata dal 36enne.

Secondo le indagini delle forze dell'ordine, la 85enne sarebbe stata nominata in ruoli amministrativi in ben 14 società diverse, senza però mai operare davvero nel settore, mentre la società spagnola sarebbe stata utilizzata per emettere fatture false nonostante fosse stata cancellata nel 2008. Inoltre, tutti i soldi che da un'azienda venivano versati nei conti della società spagnola, sarebbero stati poi intascati dal 36enne, con una commissione a suo favore di 1500 euro per operazione, prima di riconsegnarli al diretto interessato ex pilota.

Infine, la società del 36enne sarebbe finita nel mirino degli inquirenti per non aver presentato la dichiarazione dei redditi  e non aver pagato l'Iva a partire dal 2009, nonostante operasse costantemente per emettere fatture fasulle e intascarsi così la differenza di denaro realizzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emissione di fatture false per 25 milioni: nei guai tre trevigiani

TrevisoToday è in caricamento