Cronaca Via Asolana, 174

Titolare di un centro benessere arrestata per sfruttamento della prostituzione

La donna, una 47enne con precedenti residente a Fonte, aveva appena ricevuto 100 euro da un cliente come compenso per la prestazione di una delle ragazze. I locali sono stati posti sotto sequestro dai carabinieri

I carabinieri hanno posto sotto sequestro un centro benessere di Fonte dove si potevano consumare rapporti sessuali

Ancora un caso di "saloni del sesso" camuffati da centri benessere e massaggi. Nella tarda serata di venerdì 11 giugno, a Fonte,  i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Castelfranco Veneto hanno arrestato in flagranza dei reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione una cittadina cinese 47enne.

La donna, una pregiudicata del luogo, è stata bloccata dai militari  all'interno di un centro massaggi di via Gandola, da lei direttamente gestito, immediatamente dopo aver ricevuto da un uomo della zona la somma di euro 100 a titolo di compenso per un rapporto sessuale poco prima consumato con una massaggiatrice cinese. Le indagini, svolte nell'arco di un paio di mesi, hanno messo in luce le numerose frequentazioni del centro massaggi da parte di uomini, che accedevano a tutti gli orari del giorno. L'immobile del centro è stato posto sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titolare di un centro benessere arrestata per sfruttamento della prostituzione

TrevisoToday è in caricamento