Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

A constatare l’infrazione, la rilevazione del Velomatic collocato dagli agenti di polizia locale, presenti sul luogo, lungo via delle Piscine a Contea di Montebelluna

Una Audi A6. foto da www.alvolante.it

Ritiro della patente da 6 a 12 mesi e una sanzione di 847 euro: è quanto rischia il conducente dell’Audi a6 che sabato pomeriggio scorso è stato pizzicato a Montebelluna mentre sfrecciava su una strada urbana con limite di 50 km/h ad una velocità record di 127 km/h. A constatare l’infrazione, la rilevazione del Velomatic collocato dagli agenti di polizia locale, presenti sul luogo, lungo via delle Piscine a Contea di Montebelluna. Data l’elevata velocità, gli agenti non sono riusciti a fermare il conducente al quale, comunque, sarà inviata la notifica dell’infrazione. Spetterà invece alla Prefettura, una volta ricevuto il rapporto, stabilire la durata della sospensione della patente.

Interviene il sindaco, Marzio Favero: «E’ un episodio che fa venire i brividi perché l’irresponsabile che era alla guida sfrecciava ad altissima velocità in un’ora in cui per le strade si muovono anche ciclisti, pedoni, motociclisti, anziani in auto. L’uso del Velomatic si rivela sempre più utile perché sono troppe le segnalazioni che continuano a giungerci e gli autisti che si credono piloti da rally o da formula 1 e che si muovono a velocità sostenuta anche per le vie secondarie della città. Ed è sopratutto l’ennesima conferma che il problema principale degli indicenti non è determinato dalle infrastrutture ma dal comportamento di chi guida. Le due cause principali degli incidenti sono la velocità e l’uso del telefono alla guida. Il nostro Comune aderirà alla campagna per la sicurezza stradale promossa da Zaia e la vera sfida, tanto per cambiare, è culturale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, da segnalare, ad ulteriore conferma di quanto possa essere pericolosa l’elevata velocità, anche un incidente occorso nella notte scorsa a Caonada quando un’auto che viaggiava a velocità sostenuta ha centrato in pieno un furgone intento a svoltare, spezzandolo in due. Fortunatamente, dall’urto, entrambi i conducenti ne sono usciti illesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento