rotate-mobile
Cronaca Montebelluna

Si spaccia per cameriere e rapina un cliente, 36enne va all'udienza preliminare

L'uomo, un cittadino marocchino di 36 anni, il 31 marzo del 2020 ha cercato di estorcere la somma di denaro fingendo di essere un cameriere del Desh Restaurant, che si trova in piazza IV Novembre a Montebelluna. Il malvivente, che avrebbe agito aiutato da un complice che però non è stato mai identificato, risulta irreperibile

Si era spacciato per un componente del personale del Desh Restaurant di Montebelluna, in piazza IV Novembre, e ha cercato di farsi dare da un cliente, che aveva appena comperato un kebab per asporto, 20 euro. La presunta vittima, uno straniero di circa 30 anni, è stato qnche aggredito, ricevendo un violento colpo al viso che lo ha messo ko. Solo quando il malcapitato ha ripreso coscienza è stato possibile fornire ai carabinieri un sommario identikit dell'aggressore, che è stato trovato poco dopo nelle vicinanze.

Ma il 36enne marocchino, indagato per i reati di rapina e lesioni personali gravissime, da quel momento si è reso irreperibile. Difeso dall'avvocato Mario Nordio sarebbe dovuto comparire oggi, 7 febbraio, di fronte al gup Marco Biagetti per l'udienza preliminare. Il giudice, preso atto delle circostanze, ha disposto la rinnovazione delle ricerche.

I fatti sono accaduti il 31 marzo del 2020. Il nordafricano si sarebbe spacciato per un cameriere del locale pubblico e avrebbe preso di mira un cliente che aveva appena comperato la cena per asporto. «Ci devi dei soldi, qui c'è un conto non saldato di 20 euro» gli avrebbe detto. Ma la presunta vittima avrebbe fatto alcune rimostranze, dicendo peraltro di non aver lasciato nulla da pagare. Il marocchino, aiutato da un'altra persona che però non è stata mai identificata, avrebbe insistito. Il poveretto è stato allora spinto con veemenza, al punto di mettere le mani in tasca e consegnare al 36enne la somma di 20 euro. Ma poi sarebbe stato colpito prima con un pugno in faccia e poi alla testa con un sasso trovato fuori dal locale. A quel punto i due si sarebbero dati alla fuga.

Una volta soccorso l'uomo è riuscito a fornire ai militari dell'Arma, accorsi sul posto, un identikit del marocchino. Tempo qualche minuto e l'aggressore è stato trovato che gironzolava ancora nei paraggi del Desh Restaurant. La vittima, ricoverata presso l'ospedale di Montebelluna, aveva riportato la frattura da sfondamento del seno mascellare sinistro, lo sfondamento della base orbita sinistra, una evidente escorazione allo zigomo e una ferita all'arcata sopraccigliare sinistra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spaccia per cameriere e rapina un cliente, 36enne va all'udienza preliminare

TrevisoToday è in caricamento