rotate-mobile
Cronaca Preganziol

Perse 2mila euro ai videopoker e rapinò il barista: scatta il braccialetto elettronico

L'episodio avvenne il primo luglio alla stazione di Preganziol. Ad essere arrestato un 41enne che ora è finito di nuovo nei guai per aver violato l'obbligo di dimora

PREGANZIOL Lo scorso primo luglio venne arrestato dai carabinieri di Treviso per rapina: dopo aver perso 2mila euro giocando ai videopoker, nel bar della stazione ferroviaria di Preganziol, pretese di riavere la somma persa puntando una pistola contro il titolare. Il protagonista di questa vicenda, un 41enne, F.M., originario della Campania ma residente a Preganziol, venne sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora dalle ore 21 alle 6 del mattino. Per le continue violazioni a quanto gli era stato ordinato dal giudice i carabinieri hanno nuovamente arrestato l'uomo. Il tribunale di Treviso ha ora disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari ed il braccialetto elettronico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perse 2mila euro ai videopoker e rapinò il barista: scatta il braccialetto elettronico

TrevisoToday è in caricamento