menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutto pronto a Mestre per il processo d'appello a Mihail Savciuc, l'assassino di Irina Bacal

In primo grado il giovane moldavo è stato condannato a trent’anni di reclusione, sentenza appellata dai suoi difensori. La parte civile confida in una conferma della pena

E' stata fissata al prossimo 12 novembre alle 9.30 l'apertura del processo di seconda grado davanti alla Corte d'Appello di Venezia  a Mihail Savciuc, il 20enne di origine moldava condannato in primo grado a 30 anni di reclusione in abbreviato per l'omicidio della ex fidanzata Irina Bacal, la ventenne uccisa il 19 marzo del 2017 quando era incinta di sette mesi e il cui corpo senza vita venne ritrovato qualche giorno dopo in un bosco sopra Vittorio Veneto.

I giudici di seconda grado saranno chiamati ad esprimersi sulla sentenza emessa dal up di Treviso Piera De Stefani, che aveva mitigato la condanna rispetto alla richiesta di ergastolo formulata dal pubblico ministero Mara De Donà in considerazione della giovane età dell'imputato, del fatto che Savciuc fosse incensurato e soprattutto per effetto dei benefici previsti dal rito alternativo. Il 20enne di origine di Moldava, che al momento si trova recluso nel carcere di Trento,  ha confessato di essere l'assassino della ragazza, che avrebbe ucciso il 19 marzo del 2017 perché lei (che era la sua ex fidanzata) non aveva voluto interrompere la gravidanza che al momento della morte era arrivata al settimo mese.

“Mia figlia non c’è più, io non ho più pace e già adesso sono agitata sapendo che dovrò rivivere un’altra volta questa tragedia – è il commento di Galia Bacal, la madre di Irina - davanti alla Corte d'Appello mi aspetto che venga fatta giustizia per per mia figlia. Mi auguro i giudici si mettano una mano sulla coscienza perché chi ha commesso un atto così crudele non può cavarsela con poco. Mihail è un criminale che merita l’ergastolo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento