Arrestato a Vercelli "Ciccio", 500 cessioni di cocaina ed eroina accertate

L'uomo, un algerino di 40 anni, smerciava droga tra la stazione di Mestre, Sacile e la provincia di Treviso. Il blitz dei carabinieri su ordinanza firmata dal gip del tribunale di Venezia

SACILE Con la collaborazione di altre cinque giovani pusher, tutti pregiudicati e già arrestati dai carabinieri di Sacile nel marzo scorso, smerciava eroina, marijuana e cocaina ad una novantina di "clienti" provenienti dalle province di Pordenone, Treviso e Venezia. Nella mattinata di oggi, venerdì 3 agosto, i militari hanno arrestato a Vercelli, in Piemonte, Youssef Safri, soprannominato "Ciccio", algerino di 40 anni. A carico del nordafricano c'era da tempo un ordine di custodia cautelare in carcere firmato dal gip del tribunale di Venezia, Barbara Lancieri.

Il 28 aprile 2017 a Mestre il 40enne era già stato arrestato perchè pizzicato in possesso di 20 grammi di eroina. Le indagini condotte dal pm della Procura di Venezia dimostrarono come il nordafricano fosse una sorta di re dello spaccio a Sacile (anche se la sua zona di vendita preferita era la stazione di Mestre) con cifre da record: 500 cessioni di cocaina ed eroina accertate e 6 kg di hashish venduti da ottobre 2016 ad aprile 2017. Al telefono il 40enne parlava con un codice ben definito: "bella" era la cocaina, "brutta" l'eroina e "siamo in" indicava il quantitativo di dosi richiesto dal cliente.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento