Cronaca Spresiano

Assalti bancomat: banditi su auto truccata e blindata, arrestati tre giostrai

Le indagini dei carabinieri sono partite dalla tentata rapina finita nel sangue alla gioielleria Zancan di Ponte di Nanto. Episodio avvenuto nel febbraio 2015 e balzato agli onori della cronaca per il conflitto a fuoco con il benzinaio Graziano Stacchio

SPRESIANO Viaggiavano su una Bmw M3 rubata con motore truccato e vetri blindati seminando il terrore in tutto il Veneto: in manette tre malviventi accusati di tentato furto aggravato e uso di materiale esplosivo. Si tratta di A.G., 38enne, residente a Mirano (Venezia), ora in carcere a Venezia e R.M. 44enne, residente in un campo nomadi di Spresiano (Treviso), portato in carcere a Treviso.

È stato inoltre comunicato l'ordine di arresto in carcere per O.D., 53enne, veneziano, unico imputato per la tentata rapina alla gioielleria Zancan di Ponte di Nanto da dove sono partite le indagini. Episodio, avvenuto nel febbraio 2015 e balzato agli onori della cronaca per il conflitto a fuoco con il benzinaio Graziano Stacchio.

O.D. era entrato nel mirino degli inquirenti per un assalto al bancomat della filiale della banca Popolare di Vicenza a Mira (Venezia), commesso il 4 giugno 2015. I carabinieri del nucleo investigativo di Vicenza ritengono che questa banda abbia compiuto anche altri due colpi a Este e Campodarsego (Padova) e un colpo non portato a termine al centro commerciale Giardini del Sole a Castelfranco Veneto (Treviso).  L'auto utilizzata nei loro colpi è stato ritrovata in un garage a Fossò (Venezia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalti bancomat: banditi su auto truccata e blindata, arrestati tre giostrai

TrevisoToday è in caricamento