rotate-mobile
Cronaca Spresiano / Via Lazzaris

Litigano a bordo del treno regionale, il capotreno chiama i carabinieri

Attimi di paura nel primo pomeriggio di venerdì 14 luglio sul regionale da Conegliano a Treviso. Un 25enne italiano e un 28enne albanese sono venuti alle mani costringendo il capotreno a fermare la corsa nella stazione di Spresiano

Rischiano una denuncia per interruzione di pubblico servizio i due 20enni che nel primo pomeriggio di venerdì 14 luglio sono venuti alle mani sul treno regionale diretto da Conegliano a Treviso Centrale. 

Verso le 14.30 un 25enne italiano ed un 28enne albanese hanno iniziato a litigare per futili motivi: in pochi attimi dalle parole si è passati alla violenza e i passeggeri hanno segnalato l'accaduto al capotreno. Vista la situazione, il capotreno ha deciso di allertare i carabinieri presenti in stazione a Spresiano. I militari dell'Arma sono saliti a bordo e hanno identificato i due giovani, riportando la situazione alla normalità. Nel frattempo però il treno ha accumulato un ritardo di un quarto d'ora prima di ripartire verso il capolinea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litigano a bordo del treno regionale, il capotreno chiama i carabinieri

TrevisoToday è in caricamento