menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia: stazione unica appaltante per lavori, beni e servizi

“Il Decreto del Governo obbliga tutti i Comuni a rivolgersi a un Ente superiore quale stazione unica appaltante" spiega Leonardo Muraro

TREVISO - La Provincia di Treviso ha deliberato di ribadire ai Comuni la propria disponibilità a svolgere la funzione di Stazione Unica Appaltante per l'Acquisizione di Lavori, Beni e Servizi, modificando la convenzione già varata nel giugno 2013 dal Consiglio Provinciale in base al decreto legge del 24 aprile 2014 che impone a tutti i Comuni della Provincia di Treviso, fatta eccezione per il Comune Capoluogo, di ricorrere a una stazione appaltante per l'acquisto di beni, servizi e lavori in appalto. Il 6 maggio scorso, la Provincia ha dunque inviato a tutti i Comuni la comunicazione in merito alla nuova formula della convenzione, ribadendo la disponibilità dell'Ente Provincia a fungere da stazione appaltante. Funzione alla quale già alcuni Comuni si sono rivolti firmando la convenzione.

“Il Decreto del Governo obbliga tutti i Comuni a rivolgersi a un Ente superiore quale stazione unica appaltante – spiega Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – la Provincia è da sempre, per vocazione, ente di coordinamento dei Comuni del territorio e da tempo svolge funzioni di supporto agli uffici dei piccoli Comuni. Era naturale dunque che ci offrissimo quale Stazione Unica Appaltante. Mi auguro che, come già avvenuto per il servizio della fornitura del Gas, i Comuni si affidino a chi li ha sempre sostenuti. Proprio questa soluzione farà parte del mio intervento domani alla presentazione dell'indagine “Oltre la crisi, traiettorie e sfide per le imprese trevigiane” qui in Provincia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento