rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Uccide il padre con tre coltellate al collo, la Procura dispone una perizia sul killer 24enne

Il pubblico ministero Davide Romanelli si appresta a chiedere al gip l'esame psichiatrco per Riccardo De Felice, il giovane che, in preda ad una "bufera psicotica", il 16 novembre scorso ha assassinato il papà Francesco

Il pubblico ministero Davide Romanelli disporrà una perizia psichiatrica per Riccardo De Felice, il 24enne reo confesso dell'omicidio del padre Francesco, 56 anni, ufficiale dell'esercito in congedo, ucciso nella prima mattinata del 16 novembre mentre dormiva sul divano di casa a Vittorio Veneto. A confermarlo è il Procuratore di Treviso, Marco Martani.

Stabilire quale sia la patologia da cui è affetto il giovane, che al momento di commettere i fatti sarebbe stato in preda a una "bufera psicotica" che gli aveva fatto pensare che il 56enne non solo non fosse il suo vero padre, ma che ucciderlo sarebbe stato necessario per evitare che Francesco De Felice potesse "fare del male" a lui o alla madre, è fondamentale non sono ai fini del prosieguo dell'indagine ma anche per determinare quale possa essere la struttura più adatta per ospitare il giovane, che attualmente si trova in carcere a Treviso. L'esame di Riccardo dovrebbe avvenire nel corso di un incidente probatorio che il pm si accingerebbe a chiedere al gip.

Il 24enne, nelle prime ore del mattino di quel 16 novembre, ha colpito il padre prima con due colpi in testa, sferrati con una barra da trazione, poi ha infierito su di lui con tre fendenti al collo, di cui uno, che ha provocato la rottura di una arteria, è risultato mortale. Svegliata dal trambusto la madre, Adriana, era subito corsa in salotto, dove il marito era stato aggredito mentre si era appisolato su un divano. Ma il giovane le avrebbe in prima battuta impedito di entrare, mettendo un mobile contro la porta.

«In quell'uomo non c'erano cose buone. Non volevo farlo ma ho dovuto ucciderlo» aveva detto Riccardo rispondendo alle domande del gip Piera De Stefani nel corso dell'interrogatorio. Arrivando ad affermare che «non era il mio papà, lui il mio vero padre lo ha ucciso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il padre con tre coltellate al collo, la Procura dispone una perizia sul killer 24enne

TrevisoToday è in caricamento