Nuova ordinanza del presidente Zaia: «Sostanzialmente apriamo tutto»

Il governatore del Veneto ha annunciato il nuovo provvedimento che permette la ripartenza di alcune attività da lunedì o da venerdì prossimi

Dopo averla preannunciata venerdì, oggi l'ha firmata. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha varato una nuova ordinanza per la ripartenza di quelle attività ancora ferme per l'emergenza Coronavirus. «Con questa ordinanza si apre tutto - ha detto il governatore - Sostanzialmente è divisa in tre parti: una parte proroga l'apertura di quelle attività già aperte con le rispettive linee guida, un'altra parte indica le nuove attività che ripartono, mentre la terza parte contiene alcune modifiche a linee guida sempre di attività già aperte».

La nuova ordinanza scadrà il 10 luglio. Per alcune attività la riapertura sarà prevista da lunedì prossimo, 15 giugno, per altre da venerdì 19 giugno. «Da lunedì possono riprendere le attività di cinema e spettacoli, anche viaggianti - ha detto il presidente Zaia - Il numero massimo di spettatori è determinato in relazione alla capienza della struttura, dovendo tenere uno spazio libero tra le sedute fisse identificate. Se non ci dovessero essere sedute fisse numerate, si deve tenere la distanza di un metro. Da venerdì potranno invece riprendere le sagre, le fiere, i congressi, i grandi eventi fieristici, i convegni, le convention aziendali. E sempre da venerdì 19 giugno possono riaprire le sale slot, le sale gioco, le sale bingo e anche le discoteche ed i locali notturni».

Non potranno riprendere invece dalla prossima settimana le attività sportive con contatto. «Potranno riprendere dal 25 giugno, nel rispetto delle linee guida emanate dall'ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio o delle linee guida regionali - ha spiegato Zaia - La data del 25 giugno potrà però essere anticipata in caso di intesa con il Ministero della salute».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'ordinanza regionale emanata oggi, poi, vengono anche descritte le modalità di gestione dei turisti nel caso in cui risultassero infettati dal coronavirus. «Dovranno essere presi in carico dall'Ulss competente nel luogo in cui questi turisti alloggiano e posti in isolamento per 14 giorni - ha detto il presidente del Veneto - Ma saranno posti in isolamento in alberghi convenzionati. Quindi anche la quarantena dei turisti sarà in vacanza». «Si confermano le mascherine, come nel resto d'Italia - ha concluso Zaia - Quindi al chiuso o all'aperto in caso di assembramento. E comunque sempre massima prudenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento