Latteria Soligo, l'assemblea dei soci vota per un bilancio sano ed un percorso green

Tra produttori, dipendenti ed indotto l'azienda di Pieve di Soligo garantisce lavoro e benessere a 800 famiglie del territorio, il tutto tra sicurezza alimentare e sostenibilità

Lo dicono i numeri: 74.606.910 euro di valore totale della produzione nel 2019 (+1.919.002 rispetto al 2018), un utile d'esercizio di 16.355 euro, ben 702.761 ql di latte conferito da 162 soci, su un totale di circa 906.096 ql di latte lavorato nel 2019. Latteria di Soligo non si ferma e prosegue nell’impegno di tutelare sia la propria tradizione e i propri associati, sia nell innovare proponendo nuovi prodotti e nuovi packaging all'insegna della sostenibilità.

«Al centro del nostro pensiero c'è una duplice mission – ha sottolineato il presidente Lorenzo Brugnera in apertura di assemblea presso il Palasport di Pieve di Soligo – la prima riguarda i nostri allevatori associati, l'altra il consumatore. A loro vanno le nostre attenzioni e i nostri sforzi per garantire, da una parte, la raccolta del latte a prezzi sostenibili e dall'altra la proposta di prodotti di alta qualità, certificati e garantiti ma, soprattutto, buoni. Neppure l'esperienza Covid-19 ha bloccato il nostro processo di innovazione che, in queste settimane, ci ha portati a regalare al mercato delle nuove confezioni 100% green».

Da giugno, infatti, il latte Soligo è custodito dalle confezioni Tetra Rex® Bio-based, il primo packaging al mondo realizzato con materiali totalmente riciclabili da fonti completamente rinnovabili, poiché deriva esclusivamente da cartone e plastica di origine vegetale. Una scelta etica che comporta una notevole diminuzione dell'effetto serra, grazie ad una carbon footprint ridotta del 31% rispetto alle emissioni di CO2 dei vecchi contenitori. Ma in occasione dell'assemblea annuale il presidente Brugnera non ha risparmiato la politica nazionale che, ha evidenziato: «…deve permettere alle aziende di lavorare e agli agricoltori di stare in campagna e non davanti al computer per evadere quintali di carte e di burocrazia. Lo deve fare non solo per le imprese agricole ma per tutto l'indotto che procuriamo. Attorno ad una realtà come la nostra Latteria, ad esempio, vivono circa 800 famiglie tra produttori di latte, dipendenti e indotto generato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'assemblea, infine, all'insegna del Made in Italy: «La nostra filosofia – ha concluso Brugnera – sin dalla fondazione è quella di lavorare per il territorio. Che, ora più che mai, significa anche scegliere attrezzature e servizi locali, trevigiani, veneti, italiani. Anche così possiamo aiutare la ripresa economica del nostro Paese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento