Coldiretti Treviso: presentato il Comitato scientifico per la sostenibilità ambientale

Prima riunione alla presenza del Prefetto di Treviso. Il nuovo comitato punta a tutelare sia i conservatori che i produttori sui processi sostenibili delle attività agricole

Il Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, in casa Coldiretti ospite della prima riunione ufficiale del Comitato Scientifico per la sostenibilità ambientale promosso dall'organizzazione agricola più rappresentativa della Marca trevigiana: «Stiamo lavorando da alcuni mesi per la sua costituzione al fine di dar vita ad un organismo sopra le parti che possa accompagnare in modo autorevole il processo di sostenibilità in atto – spiega Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso – Un comitato scientifico a garanzia dei consumatori e del patto con i produttori in cui crediamo in modo fermo e senza eccezioni di alcun tipo».

Alla prima ufficiale quasi tre ore di riunione in cui le varie componenti hanno di fatto iniziato a tessere una vera rete autorevole di competenze con il preciso intento di condividere le varie iniziative che a vari livelli istituzionali sono state messe in campo sul tema della sostenibilità, dal tavolo della Prefettura a quello regionale: «Il Comitato darà vita ad un lavoro certosino che concretamente vuol arrivare  alla compilazione di un dossier che metta chiarezza sui processi sostenibili delle aziende agricole, su quelli di tutti i comparti produttivi, andando a monitorare eventuali criticità, ma soprattutto promuovendo le buone pratiche  e le soluzioni attese dalla comunità. Noi riteniamo che la campagna sia alleata e amica del territorio. Un comitato super partes, con autorevoli membri, diventa una guida sicura per tutti. Intanto di sicuro c’è  che il tema della sostenibilità è la nostra priorità».

Nella sede provinciale di Paese al tavolo del Comitato scientifico per la sostenibilità ambientale promosso da Coldiretti Treviso, con ospite il Prefetto di Treviso, si sono seduti i rappresentanti di: Regione Veneto, Ulss 2 Marca trevigiana, Camera di commercio di Treviso e Belluno, Crea-Ve, Valoritalia, Fondazione Altre parole onlus, Fondazione di Comunità Sinistra Piave, Condifesa Treviso, Consorzio di tutela  Prosecco Doc, Consorzio di Tutela Prosecco docg, IPA Montebelluna, Gal Alta Marca, Itis Cerletti. Per i prossimi incontri ha dato adesione anche il Corpo Forestale. «Non possiamo non ringraziare il Prefetto di Treviso per la visita e soprattutto per la partecipazione attiva alla prima riunione di questo Comitato che è patrimonio della comunità – aggiunge Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso -  Ma la nostra gratitudine va anche a tutte le componenti del nuovo organismo che si sono messe a disposizione per garantire le proprie competenze e professionalità  per la sicurezza delle famiglie che vivono e lavorano nella Marca trevigiana».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'ora di educazione fisica, muore studente 14enne

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Morto a scuola a 14 anni: la madre ricoverata in ospedale per un malore

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Gita a Venezia con la scuola, mezza classe non scende dal treno di ritorno

Torna su
TrevisoToday è in caricamento