rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Lavoro, Sernagiotto: “È tempo di licenziare nel settore pubblico”

Bisogna cominciare a tagliare i dipendenti in esubero nel settore pubblico. Questa l'idea di Remo Sernagiotto, assessore regionale alle Politiche sociali

Parole che indigneranno più di qualcuno, quelle pronunciate ieri a Treviso dall’assessore regionale alle Politiche sociali, Remo Sernagiotto (PdL), in merito ai lavoratori del settore pubblico.

“I dipendenti pubblici dormono tranquilli di notte -  ha dichiarato Sernagiotto – Dal 2008 ad oggi nessuno ha perso il posto di lavoro: sarebbe tempo che una classe politica responsabile iniziasse a ridurli".

L’assessore ha parlato del pubblico impiego come di "una nicchia di privilegio" che dovrebbe essere trattata alla pari degli altri settori. Secondo Sernagiotto i lavoratori pubblici in esubero dovrebbero "ricevere lo stipendio pieno per due anni e nel contempo venire riqualificati per essere reinseriti nel mercato del lavoro", proprio come i colleghi del privato: "dai dipendenti privati, agli imprenditori, ai liberi professionisti, che sono tutti lavoratori alla stessa maniera".

In questo modo si verrebbero a creare economie che, ha spiegato l’assessore, "dovrebbero essere destinate alla riduzione del costo del lavoro e al sostegno delle imprese".

Sernagiotto ha anche espresso la propria opinione in merito alla battaglia sull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, definendola “ridicola” e "utile solo a far reintegrare appena qualche dipendente della Fiat".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Sernagiotto: “È tempo di licenziare nel settore pubblico”

TrevisoToday è in caricamento