rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Volley

Playoff, Conegliano perde la sua imbattibilità ma Santarelli guarda avanti

Il coach punta il dito sui tanti errori commessi che a suo dire hanno condizionato il risultato ma resta ottimista per gara 3 di sabato prossimo. Parla anche Alessia Gennari

La lunga striscia positiva della Prosecco Doc Imoco Conegliano si interrompe, probabilmente nel modo più inatteso. Erano 45 partite che le pantere non sentivano il sapore amaro della sconfitta e il risultato di ieri produce l'effetto di rimescolare le carte della corsa scudetto. Almeno fino a sabato, quando al PalaVerde si giocherà il match più importante, quello che vale la finale.

C'è ovviamente delusione tra le fila gialloblù e a farsene portavoce a fine gara è il coach Daniele Santarelli:

«Sono cose che possono accadere, soprattutto quando si giocano partita così importanti. Loro sono partite a viso aperto, rischiando, tante cose sono funzionate. Noi abbiamo giocato molto male il primo set, ho visto un’Imoco differente rispetto a quella che sono abituato a vedere, molto più fallosa della normalità ed un secondo giocato con tanto nervosismo».

Sul match nel dettaglio: «Quando abbiamo sistemato un paio di cose si è visto come sono finiti il 3 e il quarto set. Nel quinto abbiamo fatto cinque errori di fila al servizio e diventa difficile vincere contro chiunque facendo così tanti errori. Ma ci sta, hanno vinto loro perchè meritano, adesso dobbiamo pensare a gara 3 perchè non mi aspettavo una gara come la prima, l’ho sempre detto alle ragazze. Dobbiamo resettare ed essere molto più brave in casa».

Si guarda già a gara 3: «La sconfitta fa parte dello sport, noi siamo abituati a vincere sempre ma la sconfitta fa parte del gioco. Loro hanno giocato una partita migliore della nostra, peccato perchè l’abbiamo ripresa e ora giochiamo in casa dove sappiamo che ci trasformiamo».

La parola alle giocatrici

A commentare l'esito del match del PalaIgor è una delle atlete più esperte, ovvero Giulia Gennari:

«E’ la prima sconfitta della stagione? Non mi focalizzerei su questo, siamo ai playoff e affrontiamo squadre fortissime, una sconfitta ci sta e non è un dramma, siamo abituate troppo bene magari, ma qui bisogna guardare a una partita alla volta, dobbiamo prendere coscienza di questa serata storta e capire cosa non ha funzionato. Loro hanno meritato, Novara ha giocato con uno spirito diverso rispetto a gara1 e anche tecnicamente ha cambiato qualcosa, noi abbiamo tardato a prendere le contromisure e questo ha complicato la partita. A parte il terzo e quarto set non abbiamo trovato il nostro ritmo, abbiamo commesso troppi errori, con queste avversarie non vengono perdonati, da domani inizieremo a studiare cosa non ha funzionato per giocare sabato la nostra partita e conquistarci il pass al Palaverde, lì avremo il nostro pubblico a spingerci e a darci la giusta carica perchè vogliamo tutti la finale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff, Conegliano perde la sua imbattibilità ma Santarelli guarda avanti

TrevisoToday è in caricamento