rotate-mobile
Volley

Playoff, Conegliano vuole subito archiviare la pratica Novara

Domani alle 19 gara 2 di semifinale al PalaIgor. Con una vittoria la finale sarebbe una realtà, ma Santarelli mette in guardia tutti: «Non sarà facile, servirà la massima concentrazione». Diretta su Sky Sport Arena

Per la Prosecco Doc Imoco Conegliano è tempo di match point. Si gioca domani il secondo atto della semifinale scudetto e, qualora arrivasse un successo anche al PalaIgor, il passaggio del turno sarebbe cosa fatta.

Dare però per scontato che ciò avvenga sarebbe un grave errore: la Igor Novara è squadra che nel corso della stagione ha saputo trovare risorse anche inattese, che le ha permesso di superare dei momenti difficili. Ed è proprio alla determinazione dell'avversario che le pantere dovranno stare particolarmente attente per cercare sia di guadagnarsi la finale senza ricorrere a gara 3 (soluzione sempre insidiosa), che di mantenere l'imbattibilità stagionale.

Grande la concentrazione nel gruppo gialloblù, che si presenterà all'appuntamento al gran completo ed in ottime condizioni. Dato che non può che far accrescere la fiducia in vista di un esito positivo di questa sfida.

Il fischio di inizio è fissato per le ore 19 con la diretta televisiva che sarà assicurata da Sky Sport Arena (canale 204). E sarà sicuramente grande spettacolo. 

Precedenti ed ex

Le due squadre si affronteranno complessivamente per la cinquantatreesima volta. Il bilancio sorride nettamente alle gialloblù, vittoriose 39 volte contro le 12 della Igor.

Due sono infine le giocatrici che hanno vestito entrambe le maglie: la centrale Anna Danesi e il libero Eleonora Fersino.

La vigilia del coach

Tocca come sempre a Daniele Santarelli il compito di presentare la sfida:

«Dobbiamo avere bene in testa che la prima partita non conta, bisogna resettare e ripartire con la massima concentrazione perchè certamente Novara non sarà quella di gara1 e di fronte al suo pubblico domani giocherà il tutto per tutto per prolungare una stagione finora molto positiva per il team piemontese. Loro hanno giocatrici giovani come Markova e Akimova, ragazze di talento alla prima esperienza nel campionato italiano e adesso stanno sperimentando il livello dei playoff, è normale che ci siano alti e bassi, ma sono certo che in casa loro con la spinta del pubblico amico stavolta cercheranno di metterci maggiormente in difficoltà rispetto a gara1, mi aspetto una bella battaglia come da tradizione nelle sfide tra noi e l'Igor. Noi però però stiamo bene, sono orgoglioso di come la squadra sia arrivata a questo periodo in gran condizione e dobbiamo continuare a giocare bene, dimostrando maturità e consapevolezza nei nostri mezzi come fatto finora. Se a Novara faremo una partita come sappiamo possiamo strappare il biglietto per la finale, ci proveremo perchè vogliamo raggiungere l'obiettivo e farlo in due gare sarebbe il massimo, ma non ci verrà regalato niente, dobbiamo meritarcelo sul campo».

Il tecnico chiude con un pensiero speciale: «Oggi tra l'altro per noi è una ricorrenza importante, l'anniversario della scomparsa del nostro storico capo tifoso Paolone Sartori, sono passati quattro anni, ma il ricordo della sua passione è sempre con noi, ci piacerebbe vincere per dedicare a lui la finale, sappiamo che ci seguirà e farà il tifo per noi da lassù».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff, Conegliano vuole subito archiviare la pratica Novara

TrevisoToday è in caricamento