rotate-mobile
Volley

Playoff, per Conegliano lo spareggio è quasi una formalità: 3-0 a Novara e finale conquistata

Il risultato non è mai in discussione: le pantere tornano a giocare sui livelli abituali e non lasciano scampo alle pur volenterose piemontesi. Ultimo ostacolo verso il tricolore è Scandicci, si comincia mercoledì al PalaVerde

Serviva il PalaVerde migliore della stagione in quello che veniva considerato il vero crocevia della stagione e il pubblico ancora una volta si è superato.

Già, perchè questa sera davvero non si poteva sbagliare. Per continuare a cullare il sogno di difendere gli ultimi scudetti conquistati non c'era alternativa che battere la Igor Novara, che qualche timore poteva incuterlo visto quanto era stata capace di fare in gara 2. Le pantere questa volta sono tornate a giocare sui propri livelli standard e per l'avversario non c'è stato scampo, come suggerisce il risultato finale di 3-0, mai realmente in discussione secondo set a parte.

I tifosi hanno applaudito Kathryn Plummer, MVP con 15 punti con il 60% in attacco. Ancora una volta non ha tradito Isabelle Haak, che ha messo a terra ben 18 palloni ed è risultata la top scorer dell'incontro. Una supelativa Marina Markova (15 punti) non basta a Novara per evitare la sconfitta che manda in archivio la sua stagione.

Sarà dunque settima finale scudetto di fila per le pantere, che affronteranno la Savino Del Bene Scandicci. Si comincia mercoledì prossimo sempre a Villorba. 

La partita

Il sestetto iniziale prevede in regia capitan Wolosz, opposta Isabelle Haak, al centro Fahr-Lubian, schiacciatrici Robinson Cook e Plummer, libero Moki De Gennaro.

E' Sarah Fahr a spezzare l'equilibrio inziale (9-6); Bernardi ordina il time out ma non serve perchè le pantere continuano imperterrite a ruggire. Cook sigla il 12-7. Novara prova a restare in scia con Bosetti (13-9), ma la schiacciatrice viene murata e si passa sul 18-10. La serie finale è affidata ad Haak, ben assistita da Wolosz, che va a realizzare il 25-19. Per la fuoriclasse svedese 7 sono i punti messi a segno nel primo set con il 64% in attacco.

Si torna in campo con l'inizio della seconda frazione favorevole alle zanzare (3-6), Lubian con una fast e un ace non lascia nulla al caso (13-12). Haak non sbaglia l'assist della giocatrice torinese ed è 14-12. Markova tenta di tenere le azzurre attaccate, Cook riesce ad allungare con un colpo pregevole (17-14). Markova si dimostra l'ultima ad arrendersi e da sola rovescia il parziale (18-19), Plummer non ci sta e decide in pratica il set con il break che porta Conegliano sul 24-22. Chiude l'ace di Wolosz per il 25-22.

Per le novaresi è un duro colpo, anche se l'inizio del terzo gioco è loro favorevole (8-10). La solita Plummer azzera subito il gap (10-10), poi è Fahr ad alzare il muro (15-13). Haak respinge ogni tentativo della Igor e attacca per il 19-15. La Regina del Nord non si ferma e fa 22-17; non c'è più storia e a segnare il punto vittoria è Fahr. 

Il tabellino

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO-IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0
(25-19,25-22,25-20)
Prosecco DOC Imoco: Wolosz 2, Haak 18, De Gennaro, Robinson Cook 12, Plummer 15, Gennari, Squarcini ne, Fahr 7, Bardaro ne, Lubian 7, Lanier ne, De Kruijf ne, Piani ne, Bugg ne. All.Santarelli
Igor: Szakmary 7, Guidi ne, Bosio 1, Bartolucci, De Nardi, Buijs ne, Fersino, Bosetti 7, Chirichella , Danesi 7, Bonifacio 6, Markova 15, Akimova 1, Kapralova ne. All. Bernardi
Arbitri: Vagni e Goitre
Durata set: 27′,29′,26′
Spettatori: 5344 (sold out)
Note: Errori battuta Co 12,No 3; Aces: 6-2 ; Muri: 8-4 ; Errori attacco: 5-8
MVP:  Plummer

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff, per Conegliano lo spareggio è quasi una formalità: 3-0 a Novara e finale conquistata

TrevisoToday è in caricamento